Atom Feed RSS Feed

Il mio profilo

My Photo
Name: blog.bertinifa.it
Location:

Archivio

Conta visite

1 .   

Ultimi Commenti

RICERCA

Calendario

Adesso basta

postato da blog.bertinifa.it [02/02/2021 08:52]
foto

Basta con questo Covid: non è serio continuare a parlare di un'influenza solo un po' più brutta delle altre.

Ho smesso di collezionare le prove che lo dimostrano e poi ci sono segnali che indicano un cambiamento anche nella propaganda del nuovo regime.

Sì, ci sono notizie che sembrano recrudescenze nelle misure di contenimento ma anche notizie che indicano la volontà di farla finita con questa farsa del Covid.

Non so se l'inversione di tendenza ci sarà, perché le strette sono sempre state precedute da finti allentamenti.

Adesso siamo quasi tutti gialli, cioè in fase di allentamento ma già si annunciano misure ancora più dure, con l'intervento dell'esercito, per "punire" le cicale che si sono assembrate sottovalutando la gravità del Covid.

Per capirci qualcosa, bisogna volare più alti.

Quello che sta accadendo a questa finta pandemia probabilmente ha a che fare con l'esito delle elezioni americane, il quale esito è ben diverso da quanto titolano i giornali.

Biden non ha vinto un ca**o e Trum non ha perso un ca**o.

Sono entrambi sorvegliati dall'esercito ed è ormai risaputo che se Trump non è andato avanti con lo scoperchiare il vaso di Pandora delle recenti elezioni è perché il sistema finanziario-militare americano è già abbastanza in crisi: non poteva certo permetterselo.

Quindi le opposte fazioni massoniche si sono messe d'accordo su come gestire questo finto cambiamento nella politica americana.

Una delle due fazioni è per il Grande Reset, l'altra ha in mano documenti esplosivi con i quali ricattare la fazione avversa.

Poi c'è l'esercito che sa tutto, non vuole certo la guerra civile che esploderebbe se quei documenti venissero alla luce e fa da garante al compromesso che è stato trovato già l'anno scorso. QUI

Mi sa che in questo compromesso c'è l'abbandono graduale della morsa del Covid, cercando di non far perdere altre posizioni al sistema finanziario militare schiavista americano - FMS -.

(ho aggiunto la parola "schiavista", forte della lettura dell'ottimo libro di Graeber: Debito gli ultimi 5000 anni, Saggiatore ed.)

A questo punto dovrei dire perché il sistema FMS potrebbe permettersi di abbandonare la strategia COVID per schiavizzare le masse, facendo fallire il disegno del Grande Reset di cui si parla a DAVOS.

La ragione l'ho trovata oggi leggendo qui 

In buona sostanza, il successo dell'agenda di Davos, basata anche sulla strategia Covid, sarebbe una grave minaccia al dominio del dollaro USA, mettendo a repentaglio la capacità delle forze armate statunitensi di spendere ciò che vuole.

La centralizzazione del potere che implica rappresenta anche una minaccia per l'autonomia militare cinese e russa.

Quindi non passerà. Chi ha dato ha dato. Chi ha avuto ha avuto.

Perciò certi cambiamenti strutturali rimarranno ma la centralizzazione finanziaria mondiale (fine dell'egemonia del dollaro) non ci sarà. Emergeranno altre soluzioni più "patriotiche". Vedremo ma ora basta con la covidiozia.

Quindi c'è una sorta di scena western alla Sergio Leone, con il buono (massoneria populista) il brutto (la massoneria oligarchica più spietata, che aspira al Great Reset) e il cattivo (i generali che controllano l'esercito e le armi nucleari - pare che la valigetta con i codici nucleari sia ancora in mano all'esercito).

Certo, le mosse del brutto preoccupano, ma se l'America ha deciso che il virus ha raggiunto il suo scopo e non serve più, si può restare certi che la Von der Leyen dovrà farsene una ragione e abbassare la cresta oltre che la mascherina.

Le rimangono altre armi col colpo in canna: finanziarie, climatiche, geopolitiche (Cina, Turchia e Iran) ma sono tutte attraversate da crisi profonde.

Ripeto: Trump ha ufficialmente perso ma la sua politica anticinese e antieuropea continuerà e non sarà un Biden debolissimo, senza sostegno popolare, che potrà mettersi di traverso.

Oltretutto dopo essere entrato nella loggia massonica transnazionale "temperata" Maat, che si oppone al Great Reset.

Rebus sic stantibus, non perderò tempo a parlare delle patetiche bugie sul virus e mi dedicherò alla politica. L'imperativo è trovare una lettura del contesto mondiale che faccia da cornice ad una politica sensata a livello del suolo, cioè nel mio territorio.

Il "brutto", di cui sopra, cioè Klaus Schwab, a causa le crepe che si aprono nel suo sistema è costretto a giocare d'anticipo e venire allo scoperto. Questo lo indebolisce anche se sembra oggi il più minaccioso dei tre. A Davos sta dettando i dieci comandamenti del nuovo millennio, ma le crepe del suo sistema corrotto si stanno allargando.

Ne riparlerò con calma; qui mi interessa delineare una cornice che permetta di declinare un programma politico comprensibile e incisivo su cui far confluire le energie migliori del mio paese.