Atom Feed RSS Feed

Il mio profilo

My Photo
Name: blog.bertinifa.it
Location:

Archivio

Conta visite

1 .   

Ultimi Commenti

RICERCA

Calendario

Sono stato contagiato! ..... dai numeri

postato da blog.bertinifa.it [29/03/2021 10:44]
foto

Stamattina mi sono lasciato prendere la mano dal disturbo ossessivo compulsivo che segna la mia vita.

Sapevo che sarebbe stato meglio non farlo, che mi sarei incazzato, senza spostare di un pelo la percezione dei miei concittadini.

Ma la carne è più forte della ragione, ed ecco il risultato del mio sforzo di capire i numeri ufficiali forniti dalle istituzioni del FVG sullo stato dei contagi dei morti etc. e in particolare a Ronchi dei legionari.

Sulla base dei dati forniti dalla Regione, ieri 28 marzo 2021, in FVG ci sarebbero stati 350 nuovi casi di tamponite e 96 nuovi casi di test-rapidite. 350 + 96 = 446 nuovi positivi.

L'assessore alla Sanità riferisce candidamente che i tamponi danno il 7,1% di positivi, mentre i test rapidi danno 5,1% di positivi. Il giorno precedente le percentuali erano simili.

Quindi, stiamo usando due tipi di test. Usando i tamponi, su 100 persone 7 risultano positive; usando il test rapido sulle stesse 100 persone, ce ne sarebbero invece 5.

Sono due punti percentuali in meno che, sul totale dei tamponi fatti, sono qualcosa.

Per fare 350 tamponi positivi c'è stato bisogno di farne 4.908.

Se su queste cinquemila persone avessimo usato il test rapido, invece dei tamponi, avremmo avuto non 350 positivi ma 253!

Il tampone ci ha regalato 97 positivi in più in Regione, che altrimenti non ci sarebbero stati.

Facendo il calcolo sul giorno precedente, 27 marzo 2021, i tamponi ci hanno dato 75 positivi in più che, usando il test rapido, non ci sarebbero stati.

In due giorni ci siamo regalati 172 falsi positivi. A quanto pare.

Ma se l'obiettivo è quello di diventare regione rossa, perché ci si ostina ad usare test rapidi che danno due punti percentuali di meno di positività? Facciamo solo tamponi, diamine!

No ma ci servono quanti più positivi possibile.  Altrimenti la gente abbassa la guardia!

Perciò facciamo anche i test rapidi: tutto fa brodo per diventare zona rossa.

Tanto noi beoti non ci accorgiamo nemmeno che stiamo usando un test che dà 2 positivi in più ogni cento. Sembrano pochi ma con le migliaia di test fatti ogni giorno sono tanti, senza dire che in certe regioni i nuovi contagi non sono contati come incidenza ma come prevalenza. Lo facciamo anche noi? Pare di sì.

Prevalenza vuol dire: tutti i casi positivi, sommando quelli di oggi e quelli di altri giorni precedenti. Confesso di non aver capito quando un caso positivo smette di essere conteggiato. Pare che ogni regione si regoli in base a scelte politiche locali. Poi Draghi ci viene a dire che decidono i numeri, più che le scelte politiche di come presentare i numeri. Però lui è un banchiere, non un medico.

Ripeto: prevalenza singifica numero dei casi "attivi" in un certo momento, mentre incidenza significa numero di casi nuovi, esclusi quelli già contati nei giorni scorsi.

Per esempio: se a Ronchi c'è un epidemia di cagotto, la prevalenza è quanti in totale oggi stanno evaquando in modo patologico. Incidenza è quanti cagotti in più si sono aggiunti oggi a mezzogiorno a quelli di ieri a mezzogiorno. Per esempio oggi c'è una prevalenza di 144 cagotti a Ronchi, mentre l'incidenza nelle ultime 24 ore è stata di 12 cagotti in più. Fa una bella differenza dire 144 positivi al cagotto, rispetto a 12 casi positivi in più, o no?!

Veniamo ai dati di Ronchi dei legionari sulla base dei dati della Protezione Civile FVG.

Non è chiaro, neanche a me che sono medico: ma tutto lascia intendere che anche in FVG si ragiona sulla base della prevalenza piuttosto che dell'incidenza. Solo che non viene spiegato.

Ronchi ha 11.960 abitanti. Alle ore 12.00 di 28/03/2021 aveva 262 quarantene. Parliamo di prevalenza, si? Si. Parliamo di 262 concittadini "esposti" a Covid che devono restare a casa.

Giuro che, da medico che sono, non mi è chiaro cosa si voglia dire parlando di "esposto a Covid".

Parliamo di un possibile contagio con un positivo?

Parliamo di un possibile contagio con un malato di Covid?

Non l'ho capito.

Però è da un bel po' di tempo che ho capito che per terrorizzare chi non capisca di statistica, si gioca sulla ambiguità dei termini. Per esempio: mortalità e letalità cono concetti diversi, che si esprimono con sigle diverse (IFR piuttosto che CFR), ma spesso si gioca con i numeri confondendo i due indici. L'importante è spavantare, cioè parlare di mortalità quando si usano le cifre della letalità che sono più alte.

Non avviene mai l'inverso.

Per me Covid è la malattia non la positività a un qualsivolgia test. È un malato con caratteristiche cliniche di infeziona da SARS Cov 2, anche se il tampone dovessere risultare negativo. Com'è capitato a un nostro caro concittadino.

Positivo può essere anche un sano, asintomatico. Quasi sempre, per positivo s'intende un portatore sano.

Sono passati 12 mesi dall'inizio della pandemia e ancora un medico come me non capisce se stiamo parlando di "positivo" o di un malato Covid? A posto siamo!

I casi sono due: o sono un rincoglionito oppure le fonti ufficiali continuano a confondere pere con mele, ma sempre in una precisa direzione.

Fa differenza parlare di positivo piuttosto che di malato Covid? Enorme.

Il malato può infettare con una carica virale importante. Il positivo può essere molto spesso uno che non infetta nessuno. Se lo fa, è con una carica virale molto bassa che, in caso di persone sane, costituisce una vaccinaziona naturale che contribuisce all'immunità di gregge e che non forza il virus a mutare come invece fa il vaccino.

Quindi, per me, esposto a Covid significa esposto a carica virale importante e la quarantena ci starebbe. Esposto a positivo significa invece procurare allarme sociale ingiustificato, che è un grave reato penale.

Torniamo a Ronchi:  apprendiamo che il 28 03 i positivi erano 144. Prevalenza o incidenza? Prevalenza, perché come dice il valore successivo sono i casi "presi in Carico dal Dipartimento Prevenzione". Più chiaro di così non si può. Quindi NON sono i nuovi casi di domenica 28, ma sono i casi positivi di ronchesi presi in carico a tale data.

Che si tratti di prevalenza lo dice anche il dato successivo: morti 16. Non mi direte che domenica sono morti 16 ronchesi no? 16 sono il numero totale dei morti in un arco di tempo non specificato. Probabilmente dall'inizio della pandemia. Di questi 12 sono la prevalenza dei morti Covid a Ronchi. Gli altri 4 sarebbero morti d'altro.

Grosso modo sarebbero morti di covid 12 ronchesi su un totale di 11.960 abitanti. Abbiamo una mortalità del 0,1%. È una mortalità influenzale.

Vorrei continuare a discutere ossessivamente di come vengono certificati i decessi Covid, ma per oggi può bastare. Sono già abbastanza incazzato. Non voglio mettere ulteriormente a repentaglio le mie coronarie.