Ravenna incontra l'autore

postato da blog.francescoveutro.it [22/01/2011 14:11]
foto

Venerdì  21 gennaio 2001 Brunello Cavalli intervista lo scrittore Francesco Veutro.

 

 L'intervista è stata ripresesa dalle telecamere di SKY che la manderà in onda nel corso delle prossime settimane.

Cavalli 

La cosa che mi ha colpito immediatamente è stato il "titolo" e la splendida copertina  di cui lei ,so che è autore. Da cosa nasce?.

L'autore 

La scelta del titolo e la cura per la realizzazione della copertina fanno parte di un lungo lavoro destinato a presentare nel migliore dei modi il romanzo. Sono contento che l'abbia colpita così tanto.

Il titolo incarna esattamente il romanzo nella sua storia e nei contenuti, così come la copertina riproduce visivamente luoghi e fatti narrati nel libro.

 

Cavalli 

L'opera si apre con una citazione di Mark Twain ed una dedica molto speciale, quanto c'è di autobiografico nel racconto.

L'autore 

"La Matrice delle verità" vive della quotidianità carpendo le sensazioni, le emozioni, le paure che ciascuno di noi nasconde dentro l'anima. Di autobiografico in un giallo non può esserci molto ma i tratti "noir" del racconto attingono dalla vita di ogn'uno di noi.

Cavalli 

I personaggi  dei quali si parla nel libro non sono tanti ma diversi, c'è un protagonista principale.

L'autore 

Nel romanzo non esiste un personaggio principale, ho cercato di abbattere ogni gerarchia di ruoli attribuendo a ciascuno un'importanza mirata a ciò che il personaggio stesso deve comunicare. Ogni ruolo deve esprimere il massimo di se stesso anche nei piccoli gesti, a turno ogn'uno guiderà la storia del racconto contribuendo a pieno a colorarla attraverso il proprio essere, le proprie paure e con tutto ciò che l'animo umano può esprimere quando è sollecitato della vita quotidiana.

Racconto le vicende umane di tutti i giorni, evidenziando la natura dei singoli protagonisti nelle loro debolezze e paure, causa di reazioni a limite della razionalità, capaci di generare ferocia violenza o altrettanta voglia di rivalsa e di giustizia.

Cavalli 

La sinossi  descrive una storia che si sviluppa in più parti d'Italia per poi oltrepassare la frontiera ed arrivare fino in Svizzera, una scelta dettata da una motivazione particolare?

L'autore 

La scelta non casuale di ambientare la storia in diverse parti d'Italia fino a raggiungere lo splendido borgo di Stans in Svizzera, allontanano la scena dagli ambienti del classico giallo di provincia.

L'importanza storico culturale dei luoghi fanno da cornice al racconto che non tralascia  l' attenzione per i particolari, in grado di descrivere i suggestivi scenari.

Nella splendida Ravenna si apre il romanzo, mostrando il meglio di lei nella vita quotidiana e notturna, ricca del suo importante patrimonio monumentale, immersa nelle luci notturne rende unico il proprio centro storico.

Ma è il calore della splendida terra di Sicilia a fare da cornice alle ricerche dei protagonisti che nel loro viaggio impareranno ad amare profondamente.

I profumi, la gente e la storia di questa terra incantano i personaggi, trasformando quell'occasionale viaggio nell'esperienza più bella della loro vita.

Le indagini varcano la frontiera e raggiungono la Svizzera, dove l'antico borgo di Stans con le sue bellezze paesaggistiche farà da cornice alle indagini su di un caso divenuto ormai "internazionale".

Considerazioni finali dell'autore

Per un autore esordiente riuscire a pubblicare un libro rappresenta un traguardo importante ma è proprio nel momento in cui il sogno si realizza che inizia un'avventura, in cui è il lettore a condurre il gioco . So che chi lo leggerà il libro lo farà in silenzio e questo creerà, con il lettore, un rapporto di maggiore intimità e confidenza, auspicandone apprezzamenti, critiche ma mai apatia.

Arrivare dentro al cuore di ogni lettore rappresenta il mio più auspicato successo.