Atom Feed RSS Feed

Il mio profilo

My Photo
Name:
Location:
Italia

Archivio

Ultimi Commenti

Orologio

Calendario

Conta visite

La rivolta del business sui bambini!

postato da blog.freemarcel.org [06/08/2014 01:51]
foto

Le Associazioni che lavorano allontanando bambini alzano la voce!

Ben venga un manifesto di protesta come questo che chiarisce CHI SONO, COSA FANNO e COSA SOSTENGONO queste Associazioni, confermando quello che denunciamo.

Ricordate i loro NOMI, i nomi di chi le sostiene e di chi pubblica articoli come questo:

http://www.redattoresociale.it/Notiziario/Articolo/464949/Minori-le-associazioni-alzano-la-voce-Basta-falsita-sui-centri-di-accoglienza

 

Ricordiamo loro concezione di maltrattamento:

http://www.youtube.com/watch?v=G2Y1TB2kifM

 

Ricordiamo come negano le loro abitudini:

https://www.youtube.com/watch?v=LxIcbQdPK0c

 

Ricordiamo quale è il loro concetto di confronto:

https://www.facebook.com/notes/marcel-rivuole-la-sua-mamma/piccoli-abusi-crescono-progetto-arianna/746420852069527

"Preso atto che la nostra presenza non era gradita, questo responsabile, ha poi precisato di volere chiedere l'intervento delle Forze dell'Ordine.."

"La responsabile del progetto Arianna.. ..spiegava che l'ingresso ci sarebbe stato negato perchè le hostess pensavano "che avremmo potuto voler fare un intervento" (...)."
Alla faccia dei "percorsi comuni", del "contatto tra figure che finora non si sarebbero mai messe in contatto", dei "confronti" tanto solennemente citati.

 

Ricordiamo quale è il concetto di controllo, tutela, protezione delle strutture:

http://blognew.aruba.it/blog.freemarcel.org/Ambiente_Protetto_83406.shtml

 

Il parere del Garante per l'Infanzia:

https://www.youtube.com/watch?v=EZW1dcUFsI8

Finalmente chiaro come mai il Garante per l'Infanzia non si occupa di garantire i diritti dell'infanzia ma chiede soldi per le strutture che allontanano i bambini dalle loro famiglie: ha troppe cose da fare! non ci sono emergenze, e nemmeno priorità, tutto ha la stessa importanza. Nel dubbio intanto si occupa di fare pubblicità alla Autorità Garante e promuovere iniziative con video di bambini e che invitano altri bambini a pubblicare altri loro video.

Ottimo risultato dopo quasi 3 anni, 180.000 euro di stipendio solo personale e 3.000.000 di euro per la Autorità Garante per i suoi 9 componenti.

E bambini allontanati dalle loro famiglie che denunciano abusi negli allontanamenti?

Aspettino pure.

 

Dove si trovano intanto i rappresentanti della Autorità Garante, collaboratori del garante per l'Infanzia?

Insieme alle Associazioni che insistono per promuovere l'istituzionalizzazione dei bambini:

http://www.altricolori.it/2014/07/14/5-buone-ragioni-per-accogliere-i-bambini-che-vanno-protetti/

Anche in questo caso ricordate i loro NOMI, i nomi di chi le sostiene e di chi diffonde iniziative come questa.

 

Il parere del Garante sui Minori a rischio (2014):

https://www.facebook.com/autoritagaranteinfanzia/posts/329526873869077

Garante Infanzia e Adolescenza 14 luglio 2014

"Sono senza parole per i dati ISTAT: sono raddoppiati i bambini e gli adolescenti che vivono in povertà assoluta. Nel 2011 erano 723mila; nel 2013 sono saliti a 1 milione 434mila. Il Governo cosa fa? Queste sono le vere emergenze di cui occuparsi."(Vincenzo Spadafora sulla Pagina "Garante Infanzia ed Adolescenza")

 

Le nostre denunce sul rischio di speculazione intorno al tema "bambini a rischio" (2012):

http://www.youtube.com/watch?v=m3c4JbIM2NU&list=UU07eRlmPWdmu5o_UR4plThg

Cosa vuol dire "bambini a rischio"?Tutti i bambini sono a rischio per i semplice fatto di essere bambini.La stessa considerazione di "bambini a rischio", come se vi fosse da quantificarne una parte a rischio a fronte di un'altra immune, non ha alcun senso.

 

Quale è il ruolo e l'attività della Autorità Garante?

Chi pensa intanto a garantire ai bambini i loro diritti?

Chi si preoccupa degli abusi giudiziari e del rispetto nei procedimenti delle nostre leggi e delle garanzie sancite dalle Convenzioni Internazionali?

L'unico intervento immediato che ne abbiamo visto è stato per far chiudere la Pagina Associazione Free Marcel che raccoglieva e documentava le denunce. Quella sì, era una priorità urgente.

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=740798219293788

Pare che noi non conosciamo il loro lavoro, non sappiamo neanche quali sono i loro compiti, non sappiamo apprezzare quanto viene fatto.

Per capire cosa ha fatto finora non c'è bisogno di litigare, basta guardare quanto viene pubblicato: foto con bambini, iniziative che pubblicizzano l'Autorità ed il Garante con video di bambini che si espongono in pubblico con nome, cognome, città e sogno, come in "I Have a Dream", oppure che invitano dei bambini a pubblicare dei loro video senza poterne garantire alcun controllo e dando ai piccoli anche le istruzioni su come iscriversi e pubblicare, come nel caso di "Se mi posti ti cancello", e così via; anche un bel balletto.. come si può trovare tempo anche per altro?

Se non ci piacciono i bambini esposti in video ed i ballerini è colpa nostra; se pensiamo che gli abusi giudiziari e le speculazioni a danno irrimediabile di bambini siano una priorità, è una nostra perversione.

Allarmi come quelli del rischio di povertà vengono lanciati da anni, come abbiamo spesso segnalato, soprattutto da "Save the children" ma anche da tante altre Associazioni come l'Unicef di cui il Garante era Presidente, e che non perdono occasione per pubblicare spot; li ripetono periodicamente e sia chiaro, sempre senza nessuna proposta concreta di soluzione.

Dopo, le richieste sono sempre le stesse: servono soldi, altri soldi, sempre soldi.. ma per cosa? ed per chi?

La maggior parte come hai detto finisce per alimentare il Sistema di allontanamento; esoso, violento, privo di controlli, che spreme bambini e famiglie fino a quando non ne rimane che una buccia da buttare via, e daltronde lo stesso Garante ha più volte chiesto contributi proprio per finanziare questo Sistema, nonostante le grandi città ci sprechino in media più di 5.000.000 di euro l'anno.

Se avete dei figli consigliamo di NON pubblicare MAI da nessuna parte, le vostre difficoltà economiche per non esporvi al rischio che possano venire usate contro di voi ed i vostri bambini. Le linee guida per gli allontanamenti approvate in molti Comuni riconoscono nella povertà un indicatore di ABUSO, ulteriori indicatori sono la giovane ètà delle madre e la famiglia monoparentale; se veniste accusati di abuso nessuno ne spiegherebbe la causa. Questo ovviamente tutti lo negano e nessuno lo dice, neanche chi partecipa agli incontri delle Associazioni che hanno predisposto le linee guida. E naturalmente sono state predisposte dalle stesse persone che ora insistono per promuovere l'istituzionalizzazione dei bambini.

Diciamo che è possibile considerarla come una confessione, e che se mai QUALCUNO, che so, magari una MAGISTRATURA onesta e corretta, le Forze dell'Ordine, di Sicurezza, di Finanza, volesse cominciare ad indagare sul milionario business del minore, può certamente cominciare proprio da qui.

 

BASTA CON IL BUSINESS SULLA PELLE DE BAMBINI!
http://www.dailymotion.com/video/x119u74_dichiarazioni-shock_people