Atom Feed RSS Feed

Il mio profilo

My Photo
Name: gaetanostella.it
Location:

Ultimi Commenti

Orologio

Calendario

Archivio

RICERCA

Area riservata

Pannello di controllo

Conta visite

BOICOTTAGGIO DELLE MULTINAZIONALI E DISOBBEDIENZA CIVILE UNIVERSALE

postato da blog.gaetanostella.it [19/10/2019 17:26]

BOICOTTAGGIO DELLE MUTINAZIONALI E DISOBBEDIENZA CIVILE UNIVERSALE

IL 29/11 QUARTO SCIOPERO GLOBALE PER IL CLIMA. Contro il Riscaldamento Globale. Per FERMARE la Co2 subito e non nel 2030, o il 2050. Per restare nell'1,5 e non arrivare neanche a 2. Come l'accordo di Parigi 2015 "auspicava". Perché, come dice l'Ipcc, abbiamo solo 10 anni per scongiurare LA CATASTROFE IRREVERSIBILE . E l'ultimo tifone in Giappone dimostra in modo inequivocabile che LA CATASTROFE è già iniziata. Anche se LORSIGNORI tutti fanno finta di non vedere. Ma il movimento universale, che con i suoi scioperi cadenzati si afferma già come CONTROPOTERE DAL BASSO , per superare il pensiero unico liberista e l'ideologia e il mantra mercato-crescita-profitto con UN NUOVO PARADIGMA culturale olistico e interrelato deve unire e intrecciare tutti i movimenti.

1)      PIANTARE ALBERI- Affiancare a una campagna mondiale contro LE DEFORESTAZIONI e gli "incendi organizzati" un fare concreto universale :PIANTARE ALBERI. Nel nostro paese è già partita una campagna in tal senso. Stefano Mancuso ( l'autore del bellissimo LA NAZIONE DELLE PIANTE- Laterza) e l'architetto BOERI di Milano sono tra i promotori e organizzatori. 60 MILIONI DI ALBERI e le scuole come principali incubatrici della RIVOLUZIONE VERDE. Il movimento in atto, nelle sue diverse forme, può esserne propulsore mondiale.

2)      BOICOTTAGGIO UNIVERSALE DELLE MULTINAZIONALI E DEI GOVERNI E STATI che sono in vario modo responsabili dell'inquinamento in atto e del RISCALDAMENTO GLOBALE. Avendo fondato i propri affari e le proprie economie sui fossili e sui climalteranti. 100 MULTINAZIONALI sono responsabili del 70% della Co2 immessa nell'universo. E la cosa continua anche ora, dopo la nascita e la crescita di un movimento globale. E' ormai risaputo che gli USA e la UE (prima di tutti Italia Francia Germania...) e la GRAN BRETAGNA l'Australia il Canada il Giappone...(dove risiedono la gran parte delle multinazionali che inquinano il mondo) e la RUSSIA -CINA e INDIA hanno ripreso lo stesso modello di "sviluppo"...- sono i paesi dell'usa e getta della mercificazione del consumismo e dello shopping e dell'obsolescenza programmata. E' lo stile di "sviluppo" (?) e di vita americano-occidentale. In nome del quale si fanno guerre per le risorse e si costruiscono armi vendute al resto del mondo. Attaccare le multinazionali per salvare l'UMANITA'.

3)      RESISTENZA E DISOBBEDIENZA CIVILE UNIVERSALE non-violenta. Contro tutte le fonti inquinanti. Bloccare il traffico nelle città gli aerei negli aeroporti i TIR nelle autostrade gli allevamenti industriali nelle campagne. Come EXIBITION REVOLUTION ci ha insegnato a fare. Nel modo nei tempi e nelle forme possibili in ogni luogo. E' la generalizzazione della "pratica dell'obiettivo"come facevano gli operai alla FIAT nel 69 con l'autoriduzione dei "ritmi". LE GUERRE, come quella in atto in queste ore in Siria, sono in assoluto la più grande forma di inquinamento universale. Per i morti le sofferenze il dolore...e la Co2. La chiusura delle fabbriche di armi e LA CONVERSIONE ECOLOGICA delle stesse a fini di PACE deve diventare un obiettivo del movimento.

4)      CAMBIARE STILI DI VITA- Come si mangia come ci si veste come si abita come si lavora...si tratta di cambiare tutto. Per cambiare il sistema della crescita e del profitto che sta DISTRUGGENDO IL MONDO. Lavorare meno lavorare tutti, un reddito minimo universale, parità assoluta uomo-donna, compresi tutti i "braccianti"della terra...e diritto ai diritti al cibo all'aria pulita all'acqua alla casa ai servizi...sono obiettivi che uniscono tutti i movimenti in un solo movimento. 100% ENERGIE RINNOVABILI BIOLOGICO e AGRICOLTURA CONTADINA sono gli assi di una pratica universale già in atto e possibile.

5)      IL DECRETO CLIMA DEL GOVERNO non è "insufficiente" o un "primo passo" come dicono CONTE COSTA e anche qualche "verde burocrate". E' UNA VERGOGNA! Non si azzera il finanziamento di 18 miliardi ai fossili per una RICONVERSIONE immediata alle RINNOVABILI. Non si rimettono in discussione TAP e trivelle.  Nessun piano organico per un riassetto idrogeologico e per risanare le tante terre dei fuochi diffuse nel territorio, per una mobilità ecologica e per fermare subito la Co2 e l'inquinamento nelle città e nelle campagne. E si danno soldi alle imprese , come sempre. Non si mette al centro della "manovra economica" il RISCALDAMENTO GLOBALE. Si continua con "LA CRESCITA" e non si ha il coraggio di bloccare immediatamente le armi al massacratore turco...e si continua a pietire con TRUMP che ci fa la guerra e con la NATO guerrafondaia. E questo dopo le frasi roboanti ...e dopo il più grande movimento della storia dell'umanità.

                                                                                   Gaetano  Stella/18/10

-passaparola! -http://blog.gaetanostella.it

BOICOTTAGGIO DELLE MUTINAZIONALI E DISOBBEDIENZA CIVILE UNIVERSALE

 

IL 29/11 QUARTO SCIOPERO GLOBALE PER IL CLIMA. Contro il Riscaldamento Globale. Per FERMARE la Co2 subito e non nel 2030, o il 2050. Per restare nell'1,5 e non arrivare neanche a 2. Come l'accordo di Parigi 2015 "auspicava". Perché, come dice l'Ipcc, abbiamo solo 10 anni per scongiurare LA CATASTROFE IRREVERSIBILE . E l'ultimo tifone in Giappone dimostra in modo inequivocabile che LA CATASTROFE è già iniziata. Anche se LORSIGNORI tutti fanno finta di non vedere. Ma il movimento universale, che con i suoi scioperi cadenzati si afferma già come CONTROPOTERE DAL BASSO , per superare il pensiero unico liberista e l'ideologia e il mantra mercato-crescita-profitto con UN NUOVO PARADIGMA culturale olistico e interrelato deve unire e intrecciare tutti i movimenti.

 

1)      PIANTARE ALBERI- Affiancare a una campagna mondiale contro LE DEFORESTAZIONI e gli "incendi organizzati" un fare concreto universale :PIANTARE ALBERI. Nel nostro paese è già partita una campagna in tal senso. Stefano Mancuso ( l'autore del bellissimo LA NAZIONE DELLE PIANTE- Laterza) e l'architetto BOERI di Milano sono tra i promotori e organizzatori. 60 MILIONI DI ALBERI e le scuole come principali incubatrici della RIVOLUZIONE VERDE. Il movimento in atto, nelle sue diverse forme, può esserne propulsore mondiale.

 

2)      BOICOTTAGGIO UNIVERSALE DELLE MULTINAZIONALI E DEI GOVERNI E STATI che sono in vario modo responsabili dell'inquinamento in atto e del RISCALDAMENTO GLOBALE. Avendo fondato i propri affari e le proprie economie sui fossili e sui climalteranti. 100 MULTINAZIONALI sono responsabili del 70% della Co2 immessa nell'universo. E la cosa continua anche ora, dopo la nascita e la crescita di un movimento globale. E' ormai risaputo che gli USA e la UE (prima di tutti Italia Francia Germania...) e la GRAN BRETAGNA l'Australia il Canada il Giappone...(dove risiedono la gran parte delle multinazionali che inquinano il mondo) e la RUSSIA -CINA e INDIA hanno ripreso lo stesso modello di "sviluppo"...- sono i paesi dell'usa e getta della mercificazione del consumismo e dello shopping e dell'obsolescenza programmata. E' lo stile di "sviluppo" (?) e di vita americano-occidentale. In nome del quale si fanno guerre per le risorse e si costruiscono armi vendute al resto del mondo. Attaccare le multinazionali per salvare l'UMANITA'.

 

3)      RESISTENZA E DISOBBEDIENZA CIVILE UNIVERSALE non-violenta. Contro tutte le fonti inquinanti. Bloccare il traffico nelle città gli aerei negli aeroporti i TIR nelle autostrade gli allevamenti industriali nelle campagne. Come EXIBITION REVOLUTION ci ha insegnato a fare. Nel modo nei tempi e nelle forme possibili in ogni luogo. E' la generalizzazione della "pratica dell'obiettivo"come facevano gli operai alla FIAT nel 69 con l'autoriduzione dei "ritmi". LE GUERRE, come quella in atto in queste ore in Siria, sono in assoluto la più grande forma di inquinamento universale. Per i morti le sofferenze il dolore...e la Co2. La chiusura delle fabbriche di armi e LA CONVERSIONE ECOLOGICA delle stesse a fini di PACE deve diventare un obiettivo del movimento.

 

4)      CAMBIARE STILI DI VITA- Come si mangia come ci si veste come si abita come si lavora...si tratta di cambiare tutto. Per cambiare il sistema della crescita e del profitto che sta DISTRUGGENDO IL MONDO. Lavorare meno lavorare tutti, un reddito minimo universale, parità assoluta uomo-donna, compresi tutti i "braccianti"della terra...e diritto ai diritti al cibo all'aria pulita all'acqua alla casa ai servizi...sono obiettivi che uniscono tutti i movimenti in un solo movimento. 100% ENERGIE RINNOVABILI BIOLOGICO e AGRICOLTURA CONTADINA sono gli assi di una pratica universale già in atto e possibile.

 

5)      IL DECRETO CLIMA DEL GOVERNO non è "insufficiente" o un "primo passo" come dicono CONTE COSTA e anche qualche "verde burocrate". E' UNA VERGOGNA! Non si azzera il finanziamento di 18 miliardi ai fossili per una RICONVERSIONE immediata alle RINNOVABILI. Non si rimettono in discussione TAP e trivelle.  Nessun piano organico per un riassetto idrogeologico e per risanare le tante terre dei fuochi diffuse nel territorio, per una mobilità ecologica e per fermare subito la Co2 e l'inquinamento nelle città e nelle campagne. E si danno soldi alle imprese , come sempre. Non si mette al centro della "manovra economica" il RISCALDAMENTO GLOBALE. Si continua con "LA CRESCITA" e non si ha il coraggio di bloccare immediatamente le armi al massacratore turco...e si continua a pietire con TRUMP che ci fa la guerra e con la NATO guerrafondaia. E questo dopo le frasi roboanti ...e dopo il più grande movimento della storia dell'umanità.

 

                                                                                   Gaetano  Stella/18/10

 

-passaparola! -http://blog.gaetanostella.it