Atom Feed RSS Feed

Il mio profilo

My Photo
Name: gaetanostella.it
Location:

Ultimi Commenti

Orologio

Calendario

Archivio

RICERCA

Area riservata

Pannello di controllo

Conta visite

DIMISSIONI DI FONTANA E GALLERA...RIAPRIRE ? CON UNA CONVERSIONE ECOLOGICA

postato da blog.gaetanostella.it [18/04/2020 19:29]

DIMISSIONI DI FONTANA E GALLERA …RIAPRIRE ? CON UNA CONVERSIONE ECOLOGICA

DIMISSIONI IMMEDIATE DI FONTANA (pres.) E GALLERA (Ass.) E COMMISSARIAMENTO DELLA REGIONE LOMBARDIA. Invito tutti/e a una rivolta generalizzata e alla richiesta di un atto del governo per cacciare subito questi due signori dal posto che occupano. Sono PERICOLOSI per la LOMBARDIA e per tutto il paese. Se quest’atto non ci sarà invito tutte le persone che si rendono conto della DRAMMATICITA’ della situazione a “gridarlo” dai balconi e dalle finestre e in tutti i modi possibili. ARCURI oggi ha detto :” Tra l’11 giugno 1940 e il PRIMO MAGGIO 1945, in 5 anni, ci furono a Milano 2000 morti sotto i bombardamenti. In 2 mesi  ci sono stati 11851 morti, 5 volte di più….Dobbiamo agire con cautela e prudenza…senza salute la “ripresa” durerebbe un battito di ciglia…” Parole chiare misurate ed inequivocabili. Invece, in questi giorni, abbiamo assistito a una scorribanda di tutti i presidenti fascioleghisti  in conbutta evidente con il nuovo capo eletto dai Padroni, tale BONOMI che chiama gli operai “collaboratori”, per forzare in tutti i modi la situazione e spingere all’apertura di tutto il prima possibile. D’altronde hanno praticato da tempo l’obiettivo. Perché le “fabbriche” a Milano Brescia Bergamo ecc. NON SONO STATE MAI VERAMENTE CHIUSE. Con il consenso più o meno esplicito della banda leghista. E questo ha già avuto un salto di qualità dopo l’ultimo “accordo” con i sindacati. Quell’accordo c’è stato perché c’è stata una rivolta operaia con scioperi spontanei. Ma i padroni e i loro servi hanno forzato l’accordo con la “pratica della richiesta delle DEROGHE e il silenzio-assenso”.LORSIGNORI non si nascondono, per loro IL PROFITTO viene prima ed é al di sopra della salute e della vita  degli operai e del popolo italiano. E allora bisogna dire a lorsignori tutti che i responsabili del DRAMMA del nostro paese e non solo sono loro. La mobilità, che è stata anche misurata nel 40%-41% a Milano e la situazione delle fabbriche  dove è quasi impossibile praticare il DISTANZIAMENTO ha diffuso il contagio. Ed inoltre , è assolutamente evidente che FONTANA e c. si sono mossi con ritardo rispetto alla gravità e entità del problema e che hanno SCELTO L’OSPEDALIZZAZIONE  e non la TERRITORIALIZZAZIONE, come del resto hanno fatto notare i MEDICI, e non hanno fornito dispositivi a chi era in prima linea e ai MEDICI di base. Con i loro atti e gesti  non hanno combattuto ma diffuso il contagio. L’apice è la DELIBERA DELL’8/3. Quella in base alla quale malati COVID sono stati “ricoverati” nelle RSA . QUESTO ATTO E’ LA CAUSA DELLA MORTE DI DIECINE DI ANZIANI. Ora il Sig. Fontana scarica sui “tecnici”la responsabilità . Ma è solo una vigliaccata. Perché era già successo che qualche medico piangendo aveva “confessato” che la linea praticata negli ospedali era quella di SALVARE I GIOVANI in caso di dover scegliere per mancanza di strutture o dispositivi sufficienti. Insomma si era già creato il clima per pèraticare LO STERMINIO DEI VECCHI. Che si è diffuso in ITALIA e nel mondo. Che è stato teorizzato in INGHILTERRA e in America e che si è diffuso nel mondo. Nessuno dice quanti sono i morti nelle RSA e negli OSPIZI. Si dice e non si dice, cifre approssimative…si nasconde LA BARBARIE L’ORRORE. NEL NOSTRO PAESE IL COMITATO TECNICO ha dato i numeri per giorni. Ma noi ancora non sappiamo quanti sono i morti nelle RSA ecc. INVITO TUTTI QUELLI CHE HANNO I GENITORI E I NONNI in queste strutture alla DENUNCIA ALLA MAGISTRATURA e alla denuncia pubblica. QUANTI SONO I MORTI DEL PIO ALBERGO TRIVULZIO? PERCHE’ SONO MORTI? PERCHE’ NON SONO STATI CURATI? E così per tutta l’ITALIA e tutto il mondo. Un’opera di disvelamento dello STERMINIO. Anche perché i dati dicono che IL DRAMMA NON E’ FINITO. E con questi signori c’è da aspettarsi di tutto. Ma la possibilità di USCIRE DAL DRAMMA nostro e mondiale presupporrebbe un’analisi dei perché della pandemia. Non c’è nessuna traccia di questo. E’ stato affidato a UN MANAGER EX VODAFONE , cioè di una MULTINAZIONALE il compito di “organizzare”. PER FARE QUELLO CHE SI FACEVA PRIMA? Cari signori i focolai si sono creati nelle zone più industrializzate e INQUINATE D’ITALIA. E’ assolutamente evidente che si muore di più dove per anni si è “RESPIRATO” veleni nelle fabbriche e nell’ambiente. Dove si è bevuta acqua inquinata e mangiato  cibo pieno di pesticidi e fitofarmaci. Dove le monoculture e gli allevamenti intensivi hanno devastato i territori…cari SIGNORI la pianura padana è LA PIU’ INQUINATA AL MONDO.  Le città del NORD sono irrespirabili perché piene di polveri sottili. Torino è un esempio cardine perché lì ha operato per anni la FIAT che ha condizionato tutto “lo sviluppo” del paese” dopo la guerra. …O SI CAMBIA PARADIGMA CULTURALE E SI ESCE DAL SISTEMA PER UNA CONVERSIONE ECOLOGICA O NON C’E’ FUTURO. Il cambiamento climatico (abbiamo avuto l’inverno più caldo della storia!) e L’INQUINAMENTO UNIVERSALE la deforestazione la distruzione di habitat e ecosistemi sono all’origine dei virus. Ma IL VIRUS E’ IL SISTEMA. La rifrangenza economico-sociale non si affronta se non con la rimessa in discussione del PROFITTO UBER ALLES (SU TUTTO). Smettere di produrre armi. Chiudere le fabbriche o riconvertirle. FERMARE TUTTE LE GUERRE. Energie alternative al 100%. Biologico  e agricoltura contadina dappertutto. Mangiare meno carne. Bicicletta. Svuotare i paradisi fiscali e redistribuire la ricchezza nelle mani dell’1%. SOBRIETA’.SOLIDARIETA’. UGUAGLIANZA ASSOLUTA UOMO-DONNA. Dare a tutti un reddito minimo universale. Ridurre l’orario di lavoro e redistribuirlo. Reinventare il mondo la vita il rapporto tra gli umani che sono una sola razza e tutti i viventi.

                                                                  Gaetano  Stella – Lago di Chiusi 18

-passaparola!-http://blog.gaetanostella.it