Atom Feed RSS Feed

Il mio profilo

My Photo
Name: gaetanostella.it
Location:

Ultimi Commenti

Orologio

Calendario

Archivio

RICERCA

Area riservata

Pannello di controllo

Conta visite

IL VIRUS I VECCHI E LA BANALITA' DEL MALE

postato da blog.gaetanostella.it [09/03/2020 18:39]

IL VIRUS I VECCHI E LA BANALITA’ DEL MALE

Come in guerra. Peggio che in guerra. Tutti a casa. Per difendersi. Per fermare l’avanzata la diffusione del nemico. Una cosa mai vista, una esperienza mai vissuta. Che fa “paura”, che mette angoscia, che diventa terrore nella sua successione e crescita esponenziale. Anche se c’è chi continua ad andare a sciare c’è chi brinda di sera ai NAVIGLI di Milano c’è chi corre in massa nei supermercati e c’è chi assalta i treni di notte per “fuggire” al SUD..e c’è chi continua ad andare in CROCIERA con MSC e COSTA, bombe ecologiche che solcano i mari nel mentre il mondo è in quarantena. E la RAI servizio “pubblico” fa propaganda a questa forma delinquenziale di vivere il privilegio che INQUINA e devasta i mari già inquinati. E ora LE GRANDI NAVI ASSASSINE diffondono anche il virus. Ma la successione degli avvenimenti subisce ogni giorno un salto di qualità. E oggi Il Corriere della Sera pubblica un’intervista a un medico di Bergamo che fa accaponare la pelle. Perché racconta il vissuto suo e dei suoi colleghi e del personale ospedaliero tutto dall’interno. Dalla trincea OSPEDALIERA. IL COLLASSO è già nei fatti. Negli ospedali della ZONA ROSSA “si sceglie già “chi curare”. CHI SALVARE. Così, dopo i primi giorni dell’individuazione dei “focolai”, in cui il fatto che “morissero soprattutto i vecchi”, gli ottantenni, veniva considerato e presentato come una specie di “consolazione” ,ora la consolazione è diventata norma e regola. I VECCHI, i “più vecchi”, cioè i più “deboli” i più “fragili” i più “indifesi” non vengono curati. O vengono curati in via subordinata. Poi l’asticella si è spostata dagli ottantenni ai settantenni. Non ci sono strutture macchine e personale medico e infermieristico “sufficienti”. In un mondo dove l’1% ha la ricchezza del 99%. E dove’ come dice OXFAM la diseguaglianza aumenta di anno in anno in modo spaventoso. Da qui la “necessità” della scelta. UNA PRATICA NAZISTA diventa prassi “necessità oggettiva”. I nazisti decidevano in nome della “purezza della razza”e della “superiorità della razza ariana” (la loro!?) chi doveva morire. Oggi i medici nell’epoca del CORONA-VIRUS decidono di “salvare i giovani”. Quelli che hanno “più possibilità di “futuro”. L’ORRORE. LA BANALITA’ DEL MALE. Che si produce si diffonde e che assume forme diverse. Che hanno in comune LA DISTRUZIONE DELL’UMANO L’ANNICHILIMENTO DEL PIU’ DEBOLE. E la domanda è: perché non ci sono strutture e personale? Perché un’ epidemia così non era né “prevista” né pensata come “possibile”.Non viviamo nel migliore dei mondi possibili? Come ci è stato detto per anni? D’altronde, e questo va detto per i “giovani”, la colonna sonora della globalizzazione liberista dopo la caduta del socialismo “reale” è stata “privato è bello” e le “privatizzazioni” sono “necessarie” ci guadagneranno i conti pubblici con la riduzione del personale e dello spreco. Ma lo “spreco” era di per sé “il pubblico” “il collettivo” “il sociale “il comiune”. Non la corruzione e il ladrocinio organizzato delle caste politiche economiche burocratiche e padronali. Così siamo arrivati all’ospedale “azienda”, al “paziente “malato”che è diventato “UTENTE “CLIENTE”. E al profitto come verifica della validità e del funzionamento dell’azienda. Così il linguaggio capitalistico-padronale ha preparato e accompagnato la contro-rivoluzione liberista. Con l’ulteriore mistificazione dell’integrazione tra pubblico e privato. In modo da subornare e sussumere il pubblico al privato. E la riduzione del personale e dei servizi e posti letto è diventata la panacea costante di tutti i governi che si sono succeduti negli anni. E’ così che le “liste” per avere una “lastra” o per avere diritto a una visita sono diventate infinite. Con una discrepanza tra NORD e SUD che è andata sempre più aumentando negli anni. E la mancanza di medici e specialisti è diventata questione nazionale proprio mentre tutti gli anni si ripeteva la farsa dei QUIZ per accedere all’UNIVERSITA’ si affermava il NUMERO CHIUSO e i nostri ragazzi dovevano andare all’estero per studiare MEDICINA. Ritornava la SELEZIONE e si tornava a prima del 68. E ora è arrivato il CORONA-VIRUS a dimostrare IL FALLIMENTO TOTALE dell’ideologia LIBERISTA e di tutte le classi dirigenti che si sono succedute al potere. O forse bisogna dire che LORSIGNORI hanno vinto e ha perso il popolo, noi tutti.E la cosa che fa più impressione è che è proprio dove quell’ideologia ha più attecchito, la LOMBARDIA di FORMIGONI IL LADRO E DELINQUENTE e della LEGA LADRONA di BOSSI MARONI E SALVINI IL RAZZISTA e ora FONTANA, la famosa ECCELLENZA fallisce e coinvolge tutta l’ITALIA assieme al VENETO gemello e leghista. E all’EMILIA ROMAGNA ex-sinistra poi anch’essa scimmiottatrice liberista. Quelli che vogliono l’autonomia differenziata. Che è un attacco violento alla Costituzione e all’eguaglianza dei diritti per tutti i cittadini della Repubblica. Ma mentre si cerca di frenare la diffusione e medici e infermieri, ora eroici ieri maltrattati e offesi, LA DOMANDA FONDAMENTALE E’ : PERCHE’ IL VIRUS? Neanche mentre il mondo è in quarantena questa domanda affiora e diventa nodo centrale per ora e per il futuro che ci attende. SIAMO IN GUERRA. IL VIRUS non è nazionalista , non dice PRIMA GLI ITALIANI, oltrepassa tutte le frontiere. E’ il risultato di UN COLLASSO DI CIVILTA’ IN ATTO. Perché non è solo “sanitario”. E già è CRISI ECONOMICA E SOCIALE. Rappresenta IL FALLIMENTO di un modo DI VIVERE E ABITARE LA TERRA. Che la globalizzazione liberista ha generalizzato. E’ il modello di “sviluppo” che si è diffuso con la rivoluzione industriale. Che si fonda sui fossili e sul mantra della CRESCITA CONTINUA (follia allo stato puro…solo gli ECONOMISTI che sono notoriamente CRETINI non se ne rendono conto…) E’ il fallimento della “modernita’” che ha considerato la natura materia-risorsa-oggetto gli altri VIVENTI strumenti da usare e che ha devastato tutti gli EQUILIBRI ECOLOGICI TUTTI GLI ECOSISTEMI…I ghiacciai si sciolgono, i mari e gli oceani già inquinati di plastica si acidificano e sollevano, i fenomeni estremi si fanno continui e sempre più estremi, le foreste e i boschi bruciano (gli ultimi? California Groenlandia, Indonesia, Siberia, Amazzonia, Australia…) e la Co2 aumenta sempre più , il riscaldamento globale è in atto, l’inquinamento è universale, le api scompaiono gli insetti pure, è in atto la SESTA ESTINZIONE ed è sotto attacco la base della vita sulla terra…TUTTO E’ INTERRELATO…e i SALTI DI SPECIE sono il risultato dello squilibrio tra uomini animali piante minerali…e tutto dice che ce ne sarano altri se non facciamo pace con la TERRA e TUTTI I VIVENTI.

                                                           Gaetano  Stella- Lago di Chiusi 9/3/20

Passaparola! –http://blog.gaetanostella.it