Atom Feed RSS Feed

Il mio profilo

My Photo
Name: gaetanostella.it
Location:

Ultimi Commenti

Orologio

Calendario

Archivio

RICERCA

Area riservata

Pannello di controllo

Conta visite

I LORO VITALIZI LE NOSTRE PENSIONI -

postato da blog.gaetanostella.it [27/02/2017 19:34]

I LORO VITALIZI LE NOSTRE PENSIONI-

In ITALIA le pensioni sono 18,1 milioni. Il 63% è sotto i 750 euro. Per le donne gli assegni inferiori a 750 euro sono oltre i ¾ del totale (il77,1%). Dopo la FORNERO un “normale” lavoratore può andare in pensione a 66-67 anni…con il contributivo che ha sostituito il “retributivo” e ha ridotto il valore dell’assegno pensionistico.

IL VITALIZIO E’ UN “PRIVILEGIO TRASVERSALE” che la Casta non ha mai messo in discussione. E che ha prodotto questi dati:

PIERO CRAVERI –prof. eletto nella X legislatura (2 luglio 1987) che si dimette il 9 luglio. Una settimana in Parlamento. Prende 2.381 euro netti al mese. Che cumula con quella di docente (3200). ANGELO PEZZANA –fondatore di FUORI (fronte unitario omosessuale) –una settimana in Parlamento dal 6 al 14/2/79 –prende 2262 euro. GIUSEPPE GAMBALE dal 2006 dopo 4 legislature, a 42 ANNI, 4.862 a cui aggiunge stipendio da medico – E’ un BABY-Pensionatoparlamentare. Nel periodo in carica ha versato 222.000 euro di contributi “recuperati”in 26 mensilità. CLAUDIA LOMBARDO è invece una BABY-REGIONALE (Sardegna) e a 41 anni prende 5100 euro netti. Ha fatto 4 consiliature. TONI NEGRI leader di Potere Operaio e dell’AUTONOMIA è stato 64 giorni in Parlamento e ( a tutto il 2014) prendeva 2107 euro. LUCIANO BENETTON –senatore del Partito Repubblicano -2 MILIARDI di patrimonio- prendeva 2381 euro fino al 2015 . Poi sembra abbia “rinunciato” (?!) bontà sua. ANTONIO PATUELLI – attuale presidente dell’ABI (associazione bancaria italiana) - 9 anni per 3.011 euro netti a cui somma lo stipendio di Pres. dell’ABI, appunto. VITALIZIO a 55 anni nel 2006 . I contributi versati li ha recuperati in 3 anni e mezzo. IL VITALIZIO UNISCE TUTTI. Da destra a “sinistra”al centro.

BASSANINI – Psi- Pci – Pds- Ulivo – 6.939 dal senato – a cui somma 3.225 come prof. . Nel 2013 ha dichiarato un reddito di 540.000 euro. Fieramente schierato per il SI al referendum.

EMANUELE MACALUSO- della corrente “migliorista”amico di RE GIORGIO – 7 legislature 6.939 netti è stato anche consigliere regionale in Sicilia da cui prende 6.092 lordi per 3 legislature. Dirigente Pci a vita . Comitato Centrale , capo dell’organizzazione con Luigi Longo segretario, direttore dell’Unità. Per questo ai due VITALIZI aggiunge pensione giornalistica. Non si è fatto mancare nulla. E non ci risulta che abbia mai rinunciato a nulla. SI al referendum.

NICOLA MANCINO – Democristiano Partito Popolare Margherita Pd -9 Legislature 6.939 netti – 3663 dalla Regione Campania . E’ stato chiamato in causa da Martelli e Giovanni Brusca (pentito) per la TRATTATIVA Stato-Mafia- SI al referendum.

NANIA –fascista- Condannato in via definitiva a 7 mesi per lesioni personali 26 anni in Parlamento 6.776 euro netti al mese.

MASTELLA – Sen. e dep. 6939 euro netti - + stipendio come parlamentare europeo – Grazie a “contributi figurativi” dal 2000 a 53 anni anche pensione come giornalista. Anche la moglie Sandra Lonardo dal 5 aprile 2005 al 29/3 2010 al consiglio regionale della Campania prende 5.000 euro lordi. E ‘ passato da destra a “sinistra” è stato ministro con il governo Prodi.

FASSINO PIERO- 5 volte deputato 5296 euro netti –non ha mai lavorato – burocrate a vita – ultimamente è stato sindaco di Torino – ANNA MARIA SERAFINI la moglie prende 6.411 euro netti. Insieme arrivano a 11.707 euro netti di VITALIZIO-

ACHILLE OCCHETTO –è stato segretario liquidatore del PCI- 8 legislature 6583 euro- AURELIANA ALBERICI la moglie  prende 4.581-

GIULIANO AMATO- il dottor “sottile” è stato la “mente”di Bettino Craxi (segretario del Psi morto latitante ad HAMMAMETH…) ci tolse il 6 per mille sui depositi bancari nel 92  -31.000 al mese tra pensione come prof. e Vitalizio a cui aggiunge ora le mensilità di giudice costituzionale.

LAMBERTO DINI – Dir. Banca d’Italia nel 95 Pres. del Cons. con i voti del Centro sinistra. Che lo elegge pure in San Frediano a Firenze. Passa da una parte all’altra. E’ IL RESPONSABILE DEL PASSAGGIO DAL RETRIBUTIVO AL CONTRIBUTIVO . Devasta la vita dei lavoratori. Ma lui somma i 18.000 lordi come dipendente Banca d’Italia i 7000 dall’INPS e il VITALIZIO di 4756 netti. Non rinuncia a nulla lui.

VENDOLA nel 2015 a 57 anni prende un doppio VITALIZIO 4985 alla Camera per 5 legislature e 5618 lordi per 10 anni alla Regione Puglia. A chi gli chiedeva conto sulla “coerenza” del suo comportamento e sui due VITALIZI ha detto che lui “ha fatto politica per 41 anni e quei soldi se li è meritati”. In una intervista ultimamente ha citato GRAMSCI Vendola. Ma se questa è LA RIFORMA MORALE E INTELLETTUALE di cui parlava GRAMSCI

 c’è da stare “allegri”.

D’ANTONI SERGIO –sindacalista CISL seg. Generale dal 91 al 2000 -3870 euro netti dalla Camera 3108 dalla Regione Sic. 5000 come prof. – Non sappiamo quando ha fatto il Prof. visto che è stato “distaccato” al Sindacato. DEL TURCO OTTAVIANO Segretario CGIL –Seg. Psi dopo Craxi- Palazzo Madama 4581 e dalla Regione 2300-

D’ALEMA 5.523- W.Veltroni 5.504- F. RUTELLI 6.408- CASTAGNETTI 5.171- BERTINOTTI 4852 più pensione da sindacalista- FINI 5.882- ALEMANNO 4313- BONINO 6715-…

Come si può vedere il VITALIZIO ha unito tutta la CASTA. Che ha costruito e mantenuto negli anni UN PRIVILEGIO vergognoso. Per anni abbiamo assistito al mantra della necessità di intervenire sulle pensioni per SALVARE il paese. Dini che per primo le ha massacrate ha conservato per sé UN MALLOPPO senza pari. La FORNERO ha continuato l’opera e non ha trovato “opposizione vera”. L’estrema “sinistra” pure è stata al gioco. Non ha rifiutato il VITALIZIO e non ne ha fatto cavallo di battaglia. CGIL CISL UIL nei suoi massimi rappresentanti usufruisce senza colpo ferire del privilegio e somma pure due vitalizi. Quella che si è storicamente definita “sinistra” non ha mai intaccato con una battaglia campale il PRIVILEGIO DEL VITALIZIO. Ne ha usufruito nei suoi dirigenti e si è “arricchita” alla pari di democristiani fascisti ecc. LORSIGNORI TUTTI si sono contrapposti come CASTA ai lavoratori tutti.- E i lavoratori non hanno avuto rappresentanza vera. Ora c’è sul tappeto una proposta dell’autore del libro da cui ho tratto molte notizie qui riportate che il FATTO ha fatte proprie e su cui sta raccogliendo firme. I 5 STELLE propongono di equiparare i parlamentari agli altri lavoratori. Io credo che I LAVORATORI I PENSIONATI E I GIOVANI fanno bene a firmare le proposte del fattoquotidiano. E a far sentire in tutti i modi il proprio disgusto e la propria opposizione a LORSIGNORI tutti.

                                                                  Gaetano  Stella  27/2

-passaparola!-

-http://blog.gaetanostella.it

N.B. ORGOGLIO E VITALIZIO di Primo di Nicola –Antonio Pitoni- Giorgio Velardi- PaperFIRST