Atom Feed RSS Feed

Il mio profilo

My Photo
Name: gaetanostella.it
Location:

Ultimi Commenti

Orologio

Calendario

Archivio

RICERCA

Area riservata

Pannello di controllo

Conta visite

LA NAZISTIFICAZIONE E' IN ATTO - RESISTENZA UNIVERSALE ALLA BARBARIE!

postato da blog.gaetanostella.it [28/08/2017 18:19]

 

LA NAZISTIFICAZIONE E’ IN ATTO – RESISTENZA UNIVERSALE ALLA BARBARIE!

 

Questo appello è stato pubblicato su comune/info. Lo riporto e lo sottoscrivo. Viviamo già in UN REGIME TOTALITARIO PLANETARIO. La globalizzazione del mercato del profitto del danaro e della guerra…ora è passata alla NAZISTIFICAZIONE. Mai la menzogna la manipolazione il nascondimento della REALTA’ è stata/o così scientificamente organizzata e propinata. GOEBBELS ha fatto scuola. LEVI l’aveva detto che tutto poteva “tornare”. Proprio mentre viviamo la più grande RIVOLUZIONE TECNOLOGICA della storia dell’”UMANITA’”. Questa che stiamo vivendo ancora è L’ESTATE che segna inequivocabilmente una “accelerazione” nel COLLLASSO DI CIVILTA’. IL “DEGRADAMENTO” CLIMATICO e il riscaldamento globale si mostra si impone …ma viene nascosto. Esorcizzato!. Dal REGIME PLANETARIO mediale. I fenomeni estremi si stanno facendo quotidiani. Brucia l’ITALIA infuocata e bollente come non mai…. l’AMERICA del miliardario negazionista vive in queste ore un URAGANO CATASTROFICO in TEXAS. E’ stato “declassato”.Pochi “morti”. Per lorsignori non è una notizia. Lorsignori dicono alla gente di andare sui “tetti”…molti scappano. Dalla realtà. NEW ORLEANS non è servita. Neanche l’evidenza li ferma.  IL TERRORISMO, cioè la GUERRA ASIMMETRICA in atto, non viene spiegato/a nelle sue cause origini motivazioni reali ma “usato” per giustificare la politica della “paura” del terrore del rifiuto e dell’odio dell’altro e del diverso e come motivo della SVOLTA AUTORITARIA nei resti della finta “democrazia”europea. Lorsignori non dicono che le loro guerre per petrolio risorse e DIFESA DI UNO STILE DI VITA….ha causato in AFGHANISTAN in IRAQ in LIBIA e poi in SIRIA….MILIONI DI MORTI…distruzione devastazione povertà impossibilità di vivere….e UN ODIO FEROCE DI INTERE GENERAZIONI…BARCELLONA dopo Parigi Londra ecc.. Ma non sarà l’ultima, purtroppo. Hanno creato un’antropologia criminale.  MADURO è cattivo. Ma ERDOGAN che fa apertamente un colpo di stato (per rispondere a un colpo di stato…dice lui..) viene pagato dall’EUROPA per fermare nei lager i disperati fuggitivi e incarcerare dissenso democrazia e popolo giornalisti e lavoratori…L’importante è che ora le file dei fuggitivi Siria-Grecia-Europa non si vedono più sugli schermi del GRANDE FRATELLO. L’ARABIA SAUDITA che bombarda i “bambini yemeniti”viene armata e riverita da tutto l’Occidente. E’ stata la prima visita del miliardario pazzo. Anche il “nostro paese” fa ottimi affari. AL SISI viene armato e omaggiato e ringraziato…REGENI è stato ucciso e massacrato da UNA DITTATURA e da UN DITTATORE omaggiato dal cialtrone di RIGNANO come baluardo nel MEDITERRANEO ..  è morto come tanti altri giovani egiziani. L’importante sono gli affari dell’ENI e La Torre l’ex “comunista” e Gasparri il fascista hanno operato per il ritorno dell’ambasciatore. AL SISI serve. Anche con la Libia dei nuovi RAS…IL MEDITERRANEO è stato “liberato” dalle ONG… MINNITI l’ex “comunista” braccio destro di D’Alema è contento. Ha vinto la GUERRA contro le ONG. Ora nessuno vedrà e dirà e salverà… Anche Di Maio è contento. Lui l’aveva detto prima come bisognava fare. OLE’!? E a ROMA con gli idranti e i manganelli i cannoni ad acqua contro gli ultimi e i disperati fuggiti da dittature e impossibilità di vita hanno fatto trionfare LA LEGALITA’. E poi? Prima vengono i Romani dice Di Maio. NESSUNA VERGOGNA! I fascio leghisti i renzofascisti e i grillini “nuova maniera”uniti nella lotta. Con i Bersaniani, che hanno approvato tutto di questi anni reazionari, che stanno al governo con Alfetta e Minniti . Che passerà alla storia per avere rotto le reni agli ultimi della terra. E’ contento anche quel reazionario camuffato di FINI il giornalista presuntuoso che a BORGOGLIO - un po’ troppo “comunista” un po’ troppo sessantottino?...il nostro dall’alto del suo solipsismo narcisista e delirante lo definì,il 68, movimento “reazionario” sul FATTO..e LUI (!) preferisce quello di prima come papa. Identificarsi con questo STATO e chiamarlo stato di DIRITTO e invocare la LEGGE è demenziale. La COSTITUZIONE mai attuata e l’altranno violentata e insidiata…e tre quattro governi illegittimi e illegali (Monti Letta Renzi Gentiloni…la continuità destri-centri-sinistri al servizio di TROIKA e multinazionali evasori eversori speculatori mafiosi e criminali …) dicono la REALTA’ e la VERITA’ . NON “TUTTO CIO’ CHE E’ REALE E’ RAZIONALE” (sputiamo su HEGEL disse una femminista!) quando è il POTERE a stabilire qual è la REALTA’… RIBELLARSI E’ GIUSTO! Costruendo nel quotidiano la DIFESA DELL’UMANO e il pensiero liberato e la RESISTENZA PLANETARIA ALLA BARBARIE!                                                                      Gaetano   Stella  Empoli 28 agosto 2017- http://blog.gaetanostella.it

 

 

Rompiamo il silenzio sull’Africa

Alex Zanotelli | 20 luglio 2017 |

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

Non vi chiedo atti eroici, ma solo di tentare di far passare ogni giorno qualche notizia per aiutare il popolo italiano a capire i drammi che tanti popoli stanno vivendo. Alex Zanitelli scrive ai giornalisti perché abbiano il coraggio di rompere l’omertà del silenzio mediatico che grava soprattutto sull’Africa. È inaccettabile il silenzio sulla vendita italiana di armi pesanti e leggere che incrementano guerre sempre più feroci da cui sono costretti a fuggire milioni di profughi. Non conoscendo tutto questo, il popolo italiano non può capire perché così tanta gente stia fuggendo dalla sua terra rischiando la vita per arrivare da noi. Nessuno li fermerà. Non è una questione emergenziale, ma strutturale al sistema economico-finanziario. L’ONU si aspetta già entro il 2050 cinquanta milioni di profughi climatici solo dall’Africa. I nostri politici gridano: «Aiutiamoli a casa loro», dopo che per secoli li abbiamo saccheggiati e continuiamo a farlo con una politica economica che va a beneficio delle nostre banche e delle nostre imprese, dall’ENI a Finmeccanica

 https://comune-info.net/wp-content/uploads/sudud.jpg

di Alex Zanotelli 

Scusatemi se mi rivolgo a voi in questa torrida estate, ma è la crescente sofferenza dei più poveri ed emarginati che mi spinge a farlo. Per questo come missionario uso la penna (anch’io appartengo alla vostra categoria) per far sentire il loro grido, un grido che trova sempre meno spazio nei mass-media italiani. Trovo infatti la maggior parte dei nostri media, sia cartacei che televisivi, così provinciali, così superficiali, così ben integrati nel mercato globale. So che i mass-media , purtroppo, sono nelle mani dei potenti gruppi economico-finanziari, per cui ognuno di voi ha ben poche possibilità di scrivere quello che vorrebbe. Non vi chiedo atti eroici, ma solo di tentare di far passare ogni giorno qualche notizia per aiutare il popolo italiano a capire i drammi che tanti popoli stanno vivendo. Mi appello a voi giornalisti/e perché abbiate il coraggio di rompere l’omertà del silenzio mediatico che grava soprattutto sull’Africa. (Sono poche purtroppo le eccezioni in questo campo!). È inaccettabile per me il silenzio sulla drammatica situazione nel Sud Sudan (il più giovane stato dell’Africa) ingarbugliato in una paurosa guerra civile che ha già causato almeno trecentomila morti e milioni di persone in fuga.

https://comune-info.net/wp-content/uploads/sudan-54538759_orig-1024x682.jpg

È inaccettabile il silenzio sul Sudan, retto da un regime dittatoriale in guerra contro il popolo sui monti del Kordofan, i Nuba, il popolo martire dell’Africa e contro le etnie del Darfur. È inaccettabile il silenzio sulla Somalia in guerra civile da oltre trent’anni con milioni di rifugiati interni ed esterni. È inaccettabile il silenzio sull’Eritrea, retta da uno dei regimi più oppressivi al mondo, con centinaia di migliaia di giovani in fuga verso l’Europa.

È inaccettabile il silenzio sul Centrafrica che continua ad essere dilaniato da una guerra civile che non sembra finire mai. È inaccettabile il silenzio sulla grave situazione della zona saheliana dal Ciad al Mali dove i potenti gruppi jihadisti potrebbero costituirsi in un nuovo Califfato dell’Africa nera. È inaccettabile il silenzio sulla situazione caotica in Libia dov’è in atto uno scontro di tutti contro tutti, causato da quella nostra maledetta guerra contro Gheddafi.

È inaccettabile il silenzio su quanto avviene nel cuore dell’Africa , soprattutto in Congo, da dove arrivano i nostri minerali più preziosi. È inaccettabile il silenzio su trenta milioni di persone a rischio fame in Etiopia, Somalia , Sud Sudan, nord del Kenya e attorno al Lago Ciad, la peggior crisi alimentare degli ultimi 50 anni secondo l’ONU.
È inaccettabile il silenzio sui cambiamenti climatici in Africa che rischia a fine secolo di avere tre quarti del suo territorio non abitabile.

https://comune-info.net/wp-content/uploads/MSF163874.jpg

È inaccettabile il silenzio sulla vendita italiana di armi pesanti e leggere a questi paesi che non fanno che incrementare guerre sempre più feroci da cui sono costretti a fuggire milioni di profughi. (Lo scorso anno l’Italia ha esportato armi per un valore di 14 miliardi di euro!). Non conoscendo tutto questo è chiaro che il popolo italiano non può capire perché così tanta gente stia fuggendo dalle loro terre rischiando la propria vita per arrivare da noi.

Questo crea la paranoia dell’“invasione”, furbescamente alimentata anche da partiti xenofobi. Questo forza i governi europei a tentare di bloccare i migranti provenienti dal continente nero con l’Africa Compact, contratti fatti con i governi africani per bloccare i migranti. Ma i disperati della storia nessuno li fermerà.

Questa non è una questione emergenziale, ma strutturale al sistema economico-finanziario. L’ONU si aspetta già entro il 2050 circa cinquanta milioni di profughi climatici solo dall’Africa. Ed ora i nostri politici gridano: «Aiutiamoli a casa loro», dopo che per secoli li abbiamo saccheggiati e continuiamo a farlo con una politica economica che va a beneficio delle nostre banche e delle nostre imprese, dall’ENI a Finmeccanica.

https://comune-info.net/wp-content/uploads/c7f062a9-3edd-4ef1-9ffa-f185c480f415_xl-1024x576.jpg

E così ci troviamo con un Mare Nostrum che è diventato Cimiterium Nostrum dove sono naufragati decine di migliaia di profughi e con loro sta naufragando anche l’Europa come patria dei diritti. Davanti a tutto questo non possiamo rimane in silenzio. (I nostri nipoti non diranno forse quello che noi oggi diciamo dei nazisti?).

Per questo vi prego di rompere questo silenzio-stampa sull’Africa, forzando i vostri media a parlarne. Per realizzare questo, non sarebbe possibile una lettera firmata da migliaia di voi da inviare alla Commissione di Sorveglianza della RAI e alla grandi testate nazionali? E se fosse proprio la Federazione Nazionale Stampa Italiana (FNSI) a fare questo gesto? Non potrebbe essere questo un’Africa Compact giornalistico, molto più utile al Continente che non i vari Trattati firmati dai governi per bloccare i migranti? Non possiamo rimanere in silenzio davanti a un’altra Shoah che si sta svolgendo sotto i nostri occhi. Diamoci tutti/e da fare perché si rompa questo maledetto silenzio sull’Africa.

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

 

 

 

Inizio modulo

Fine modulo

Fine modulo

 

Fine modulo

 - passaparola!