Atom Feed RSS Feed

Il mio profilo

My Photo
Name: Guerrieri Stanchi MTB
Location: Sinnai
ITALY

Contatti

www.guerrieristanchi.it
Guerrieri Stanchi su Facebook
Canale Youtube
mail: info@guerrieristanchi.it

Calendario

Ultimi Commenti

Archivio

RICERCA

Sito nato il 24 Ottobre 2013
Ultimo aggiornamento 31 Dicembre 2017
ASD Guerrieri Stanchi MTB Sinnai
C.F. 92213990929

SERPILONGA 2016 - CRONOSTORIA TRA IL SERIO E IL FACETO

postato da blog.guerrieristanchi.it [25/10/2016 16:00]
foto
 
SERPILONGA 2016 
CRONOSTORIA TRA IL SERIO E IL FACETO
Era una mattina splendida, quella della seconda settimana di ottobre, eppure il segretario dei Guerrieri già aveva qualcosa che gli frullava per la testa, qualcosa che avrebbe certamente contribuito a rallegrare la giornata dei suoi compagni di viaggio.
Già dalle prime righe scritte su WhatsApp era un tripudio di consensi e di affermazioni: "... io ci sono, ...io faccio assistenza e così via per tutta la mattinata.
Era la lista di adesione alla Serpilonga 2016, gara sentita, amata e odiata, da alcuni, attesa da un anno.
I Guerrieri non hanno mai nascosto la loro passione per questa manifestazione, si gioca in casa, si dimostra quanto si vale e quanto si perde.
La mattinata del 23 era grigia e non prometteva nulla di buono, alcuni si sono presentati con abbigliamento degno di una scalata polare, l'appuntamento, come al solito era al Gallo, mitico punto di ritrovo dei Guerrieri dove, come anticipato in altre occasioni, pare arrivino anche da altre province per ammirare i Guerrieri prepararsi alle escursioni anche se in realtà sono più abili a divorare le prelibatezze della casa fondata nel 1962 da un tale Armando.
Il gruppo ha registrato la presenza dei garisti, Ubert, Luca, Filippo, Antonio, Davide e Dario. Si certo non ho dimenticato, si tratta di altri due che cresceranno ciclisticamente non si sa bene da che parte, in effetti hanno dimostrato spiccate doti soprattutto nel campo della biomeccanica e delle strategie di gara percui sarebbe stato un grave errore confinarli in un gruppo come il nostro. Sentiremo parlare a breve e, siamo certi, saranno di esempio per le future generazioni di ciclisti, quelli del IV millennio.
Il gruppo escursionisti era caratterizzato dalla presenza di Claudia, Dany, Matteo, Mauro, dall'ultimo arrivato Torangelo ( a breve troveremo un nome molto più breve per nostra comodità. Forse TORA?) e, infine, Anto.
Il gruppo dei collaboratori al presidio degli incroci lungo il tracciato era composto da Roby, Toso, Gigi, Gigi Gull, Sergio, Claudio, Max Tron, Pasqual, Luca e Stefano.
Per completezza di informazione si è presentato ai nastri di partenza anche il ViceVince che nonostante il suo nome beneaugurante è stato escluso dalla gara, tra lo stupore generale dei Guerrieri, addirittura si minacciava il blocco della gara mentre altri già contattavano gli avvocati per avviare cause milionarie in risarcimenti, arrivava in serata il comunicato ufficiale della Direzione Gara.
Sembrerebbe che il mezzo utilizzato non fosse regolare, mah!! Approfondiremo il problema, però è assurdo che uno non possa partecipare a una gara di mountain bike del campionato regionale con uno scooterone. 
Il primo gruppo, quello dei garisti, come al solito abbiamo poco da raccontare, visibili al nastro di partenza dove possono essere avvicinati dai loro fans (ma è come parlare a delle statue), e all'arrivo dove comunque ricevono gli omaggi dei loro sostenitori primi fra tutti i loro compagni, seppure gli eventi degli ultimi giorni hanno indotto tutti ad adottare un elevato livello di sobrietà.
I collaboratori, al contrario, non erano, a fine gara, per nulla sobri, partiti in pompa magna con indicazioni ben precise, presidiare gli incroci, in realtà partivano con i fuoristrada attrezzati di tutto, dalle cucine da campo alle vettovaglie, ai bagni chimici alle ricetrasmittenti con parabola per intercettare i flussi migratori dei tordi e ai georadar per scovare i funghi oltre un cassone di bistecche e salsicce, bevande e tavolini, dicono per un piccolo spuntino.
Fin da subito si è capito che qualcosa non andava quando salendo a tratzalis alcuni garisti abbandonavano la corsa per tornare in paese, si assisteva, quindi ad un flusso contrario in direzione Sinnai.
Dalle informazioni ricevute si è capito che al primo cancello di tratzalis i due presidiatori (STEFANO e GIGI) offrivano paste calde inzuppate di Tequila ai primi arrivati, che certamente non rifiutavano, successivamente si dissettavano al poin a tratzalis per poi incontrare la seconda difesa dei guerrieri, quella formata da IL MAX, PASQUALE e ROBY dove offrivano funghi arrosto, vino e bistecche appena cotte, i malcapitati garisti e escursionisti non potevano sottrarsi a tali prelibatezze tuttavia proseguivano a passo molto più incerto ed è proprio alla terza linea dei Guerrieri che avveniva la capitolazione, quella presidiata da GIGI e LUCA dove gli ormai traballanti pedalatori si accomodavano per sorseggiare birra ulteriore salsiccia e poi..... l'invito esplicito "toccai torrai a imbasciai".
I malcapitati rientrati in paese, con l'aiuto del 118, raccontavano di incroci presidiati imbanditi con ogni ben di Dio, gli organizzatori non avendo creduto a una sola parola di quanto riportato hanno disposto il ricovero dei malcapitati per doping.
Gli escursionisti, partiti uniti, si sono sfilacciati lungo il percorso, anche a causa dei banchetti predisposti, in ogni caso i guerrieri sono come certi uccelli migratori, sanno benissimo dove ritrovarsi, nello specifico a tavola.
E' in quel frangente che danno il meglio di sé, il fine gara è forse il momento migliore perchè tutti si ritrovano uniti, è questa la caratteristica dei Guerrieri, l'unità.
Non sono assillati dalla prestazione sportiva a tutti i costi, un guerriero non ha bisogno della ribalta mediatica o della notorietà legata alle prestazioni a tutti i costi.
E' il gruppo che fa la differenza! Soprattutto quando vedi la tavola colma di cibi che vanno ben al di là di quelli offerti dall'organizzazione, mi riferisco alle portate di pasta al forno, al caglio, alla salsiccia, alle bistecche, alla birra in notevoli quantità, alle paste offerte dal Gallo Rosso, seppure i titolari ROBY e SIMO non abbiano potuto partecipare, ecco questa è l'armonia di un gruppo!!
Permettetemi un ringraziamento, e lo faccio con le lacrime agli occhi, a GADDINOSA, è stata per Lei l'ultima gara dopo 5 anni di onorato servizio e circa 11.000 Km a breve il suo posto sarà occupato da "ARREBBUGIA" giovane e bella ma priva di esperienza ed è per questo che Gaddinosa, come si addice a tutte le campionesse, trascorrerà una serena vecchiaia accanto alla nuova che sta per arrivare, per questo Ti ringrazio fin d'ora per i consigli che Le vorrai dare.
Cari amici, nel chiedervi perdono per l'ultima parte del racconto, vi saluto e Vi ringrazio.
Un Guerriero