Atom Feed RSS Feed

Il mio profilo

My Photo
Name: Il Caffè Orientale
Location:

Calendario

il caffè orientale

Talvolta le domande più semplici richiedono le risposte più complicate. In questo caso, tenterò di rendere semplice una risposta molto difficile. Il Caffè Orientale nacque nel 2007 come sito internet culturale dedicato alla Mitteleuropa e, ancor più precisamente, all'intera Europa centro-orientale. Ma a questo punto il rigore scientifico delle convenzioni mi avrebbe imposto di essere ancora più preciso e, dunque, avrei dovuto distinguere tra Europa danubiano-balcanica, Paesi baltici, Russia e Caucaso, oppure chissà quale altra cervellotica definizione così poco adatta a chi i confini preferisce superarli anziché tracciarli. D'altra parte, lo ammetto, la parola "orientale" suscita sempre grande curiosità. Qualche bizzarra ipotesi, ben lontana da ragionevoli riferimenti storico-geografici, ha chiamato in causa persino la Massoneria! Ma nulla di tutto ciò ha mai avuto a che fare con questo blog! Ebbene, dopo dieci anni di storia, il Caffè Orientale è, contemporaneamente, sia il risultato di un progetto incompleto (e forse irrealizzabile), sia l'inizio nonché la continuazione di un nuovo percorso. Un itinerario, insomma, dove la rotta, da ormai cinque anni, segue anche la via del Nord: Scandinavia, Gran Bretagna e tutta l'Europa settentrionale. Il futuro guarda in tutte le direzioni, dentro e fuori il Vecchio Continente. Il motivo è semplice: un blog dedicato ai viaggi non deve fermarsi mai. Non può smettere di raccontare storie, visitare luoghi, conoscere persone e culture. Forse avrei dovuto pensarci subito. Magari il "Caffè", che tanto faceva pensare ai fratelli Verri, non avrebbe avuto bisogno di aggettivi, soprattutto di tipo geografico. Eppure la vita è così: nulla è per sempre. Così, dopo il decennale di questo sito (nel 2007), ho pensato che fosse bello ripartire proprio dalle origini, ossia dai diari di viaggio. A futura memoria, nel caso in cui qualcuno volesse riscoprire come eravamo e come era il mondo all'inizio del 2000...

Chi sono

"My way so far" e due parole per presentarmi...

Come funziona?

Grazie alla funzione "Ricerca" (sotto), è possibile digitare un tag (o parola-chiave) come, ad esempio, "estate", "inverno", "Natale", "Pasqua", "ottobre", ecc. Oppure, è possibile digitare il nome di un luogo, di una città, di una regione o di un paese. Ad esempio, "California", "Berlino", "Svezia", Toscana, ecc. Il sistema troverà automaticamente tutti i post nei quali compare un diario o un racconto corrispondente ad una delle parole-chiave. Buon divertimento e, soprattutto, buon viaggio!

RICERCA

Orologio

Archivio

contatti

ilcaffeorientale@gmail.com

Conta visite

Skandinavia Rundt: 31 maggio-7 giugno 2015, Oslo-Risør

postato da blog.ilcaffeorientale.com [27/06/2015 13:53]
foto

Skandinavia Rundt: 31 maggio-7 giugno 2015, Oslo-Risør

Cos’è “Skandinavia Rundt”?

Skandinavian Rundt è la storia di un sogno che un padre di famiglia norvegese, amante del mare e della vela, coltivava da lunghissimo tempo. Ci sono momenti nella vita in cui un sogno può davvero trasformarsi in realtà e quando si diventa almeno parte, una piccola parte di un sogno, si capisce quanto sia importante credere nei propri obiettivi.

Dopo quasi trent’anni di carriera, il sogno di Geir è diventato realtà: è riuscito a prendere una lunga pausa dal suo lavoro (costruisce e restaura barche in legno) ed ora è pronto per partire tre mesi navigando intorno alla Scandinavia: partenza dalla regione di Hardanger, passaggio lungo il sud della Norvegia per raggiungere la Svezia e poi una lunga virata verso il Golfo di Botnia. Dopodiché la sua barca, Ven, verrà caricata su un treno e raggiungerà il nord della Norvegia, probabilmente nei pressi di Bodø.

Da qui, all’inizio della prossima estate, ripartirà verso sud, passando attraverso le isole Lofoten e i fiordi settentrionali per completare il suo straordinario viaggio. Potrebbe risultare quasi folle, ma per un uomo che intorno ai trent’anni partì dalla Norvegia meridionale diretto in Danimarca per scendere in Europa continentale attraverso i canali di Francia, Germania e Paesi Bassi su una barca tradizionale norvegese a remi con una sola vela, è solo una passione. Una grande passione.

Se poi la figlia di quest’uomo, in quell’assurdo poker della vita è Nora, la mia compagna, allora comprendi che forse per te viaggiare è qualcosa che va davvero oltre la semplice fortuna di dire “ho fatto questo o quello”. Meglio pensare: “Ho vissuto abbastanza per poter fare anche questo!”. E fu così, proprio così, che per una settimana, ci unimmo al sogno di Geir a bordo di Ven.

Dopo di noi ci saranno tanti altri compagni di viaggio per Geir, ma questa è la “nostra” storia.

 

 Il mio "schizzo" dell'itinerario sulla Moleskine. Qui sono riportati gli orari dei bus e dei treni (dove ci sono) per rientrare a Oslo tra una settimana una "app" grezza ma utile!
 

31 maggio 2015: Oslo-Grimstad

E’ domenica, ci svegliamo con calma e raggiungiamo la stazione degli autobus intorno alle 13.00. il nostro bus partirà alle 13.36. Non sappiamo ancora quando e dove ci imbarcheremo, ma sicuramente l’aggancio con Geir non avverrà domani. Il maltempo non ha facilitato la navigazione, così alloggeremo per qualche giorno a Grimstad, presso l’appartamento estivo degli zii di Nora. Appena arriva il bus siamo in fibrillazione: è quello a due piani e noi, ovviamente, vogliamo accaparrarci la posizione in prima fila!

E’ lo stesso bus che prendemmo a dicembre per andare a Kristiansand. Tuttavia, nonostante la nostra rapidità, perdiamo la prima fila per pochi secondi. Il nostro disappunto ricorda quello di Mr. Bean (giusto per dare un’idea…).

Il viaggio trascorre sereno, circa quattro ore prima di raggiungere la graziosa cittadina di Grimstad, una delle più eleganti della Norvegia meridionale, meta preferita dei turisti. Talvolta, osservando il panorama, ripenso ai miei viaggi, in particolare alla Scozia, quando sole e pioggia si alternavano rapidamente. In cuffia i grandi classici: Led Zeppelin!

L’appartamento è tutto per noi, così ne approfittiamo per cucinare una deliziosa spaghettata con vista sul mare: a lume di candela con un ottimo vino del Garda. Siamo indubbiamente “globali”. Oggi è l’ultimo giorno di maggio, non è un giorno casuale: esattamente quattro anni fa partii dall’Italia per raggiungere Berlino ed iniziare la mia lunga avventura in Germania.

 

 Cena a lume di candela con vista sul fiordo...
 

Lo scorso anno ero ancora a Berlino, con Nora, ma solo per qualche giorno e oggi…Oggi sono dove non mi sarei mai aspettato di essere: seduto di fronte ad un fiordo che si apre sullo Skagerrak (il mare tra Norvegia e Danimarca), in attesa di imbarcarmi su una barca a vela. Maggio è finito e da domani possiamo iniziare a “correre”: è il primo di giugno. (Fabio Ferrarini)

 

I migliori hashtag della giornata...

#vogliamoilpostodavanti

#ledzeppelin

#trappledunderfoot

#benvenutiagrimstad

#quandosiparte

 

Il diario precedente... 

Maggio, vai adagio... (Maggio 2015)

 

Il diario successivo...

Secondo giorno: 1 giugno 2015 - Grimstad