Atom Feed RSS Feed

Il mio profilo

My Photo
Name: Il Caffè Orientale
Location:

Calendario

il caffè orientale

Talvolta le domande più semplici richiedono le risposte più complicate. In questo caso, tenterò di rendere semplice una risposta molto difficile. Il Caffè Orientale nacque nel 2007 come sito internet culturale dedicato alla Mitteleuropa e, ancor più precisamente, all'intera Europa centro-orientale. Ma a questo punto il rigore scientifico delle convenzioni mi avrebbe imposto di essere ancora più preciso e, dunque, avrei dovuto distinguere tra Europa danubiano-balcanica, Paesi baltici, Russia e Caucaso, oppure chissà quale altra cervellotica definizione così poco adatta a chi i confini preferisce superarli anziché tracciarli. D'altra parte, lo ammetto, la parola "orientale" suscita sempre grande curiosità. Qualche bizzarra ipotesi, ben lontana da ragionevoli riferimenti storico-geografici, ha chiamato in causa persino la Massoneria! Ma nulla di tutto ciò ha mai avuto a che fare con questo blog! Ebbene, dopo dieci anni di storia, il Caffè Orientale è, contemporaneamente, sia il risultato di un progetto incompleto (e forse irrealizzabile), sia l'inizio nonché la continuazione di un nuovo percorso. Un itinerario, insomma, dove la rotta, da ormai cinque anni, segue anche la via del Nord: Scandinavia, Gran Bretagna e tutta l'Europa settentrionale. Il futuro guarda in tutte le direzioni, dentro e fuori il Vecchio Continente. Il motivo è semplice: un blog dedicato ai viaggi non deve fermarsi mai. Non può smettere di raccontare storie, visitare luoghi, conoscere persone e culture. Forse avrei dovuto pensarci subito. Magari il "Caffè", che tanto faceva pensare ai fratelli Verri, non avrebbe avuto bisogno di aggettivi, soprattutto di tipo geografico. Eppure la vita è così: nulla è per sempre. Così, dopo il decennale di questo sito (nel 2007), ho pensato che fosse bello ripartire proprio dalle origini, ossia dai diari di viaggio. A futura memoria, nel caso in cui qualcuno volesse riscoprire come eravamo e come era il mondo all'inizio del 2000...

Chi sono

"My way so far" e due parole per presentarmi...

Come funziona?

Grazie alla funzione "Ricerca" (sotto), è possibile digitare un tag (o parola-chiave) come, ad esempio, "estate", "inverno", "Natale", "Pasqua", "ottobre", ecc. Oppure, è possibile digitare il nome di un luogo, di una città, di una regione o di un paese. Ad esempio, "California", "Berlino", "Svezia", Toscana, ecc. Il sistema troverà automaticamente tutti i post nei quali compare un diario o un racconto corrispondente ad una delle parole-chiave. Buon divertimento e, soprattutto, buon viaggio!

RICERCA

Orologio

Archivio

contatti

ilcaffeorientale@gmail.com

Conta visite

"My way so far" e due parole per presentarmi...

postato da blog.ilcaffeorientale.com [21/03/2015 13:18]
foto

Sono Fabio e mi piace scrivere: ma non è abbastanza. In particolare, amo raccontare la Storia ed il mondo intorno a me attraverso la scrittura. Lo faccio nel tempo libero ma probabilmente è proprio per questo che riesco ad essere così spontaneo.

Forse lo faccio anche per deformazione professionale (sono un giovane storico), oppure perché desidero condividere con gli altri il bello (e talvolta il brutto) che la vita mi riserva. Per me viaggiare significa vivere, non mi importano molto né la meta né il punto di partenza: mi concentro sul "movimento".

Purtroppo non mi accontento solo di "studiare" la Storia, ho anche un gran bisogno di "descriverla". Ciò può avvenire in due modi: ricostruire il passato oppure documentare e raccontare il presente avendo pazienza che esso, un giorno, diventi Storia.

Cronaca? Non direi. Attualità? Forse. Vita? Credo di sì. In fondo ogni vita costituisce una "storia" ed un numero indefinito ed indefinibile di vite caratterizza da sempre la Storia, quella vera, quella con la "S" maiuscola. Non ho la pretesa di offrire spiegazioni e verità assolute, mi accontento di "registrare" ciò che accade: forse per non dimenticare o forse per non morire mai.

Fabio

 

My way so far...

Ho pensato che fosse utile tenere alcune mappe aggiornate dei miei viaggi, soprattutto per rendermi conto di quanta strada debba ancora percorrere, nel mondo così come nella vita.

 

 

In verde ho evidenziato le regioni d'Italia visitate almeno una volta. Ad eccezione di qualche clamorosa mancanza, come la Sardegna, direi che sono a buon punto nell'esplorazione del mio paese di origine.


Sulla proiezione del mondo, invece, mi pare che ci sia ancora un'infinità di chilometri da percorrere. Nonostante abbia viaggiato attraverso l'Europa per parecchi anni, direi che almeno sarebbe opportuno "toccare" qualche altro continente oltre all'America settentrionale!