Comunicazione: fra continuitĂ  e innovazione

postato da Petra Dal Santo - KEA s.r.l. [28/06/2017 16:46]
foto

Report sul bel libro di Ferro Piludu e il Gruppo Artigiano Ricerche Visive, Segno libero, Elèuthera Editrice, Milano, 2016 (prima edizione: Edizioni Antistato, 1981)

Ecco il link al documento pubblicato sulla pagina SlideShare di KEA: Ferro Piludu, "Segno libero"

Pubblicato nel 1981, il libro di Ferro Piludu ci guida attraverso gli elementi invarianti della buona comunicazione (centralità di storytelling e dialogo con gli interlocutori, regole per la creazione di un sistema segnico efficace) e ci induce a riflettere sulla rivoluzione operata nel frattempo dalle tecnologie abilitanti del web 2.0, in particolare in termini di: 

  • Coincidenza e interscambiabilità fra emittente, elaboratore e ricevente del messaggio
  • Accelerazione di tempi e modi di coinvolgimento di interlocutori interessati
  • Accesso a miniere di contenuti e output
  • Monitorare le risposte concrete (l'acquisto di un prodotto dopo la ricezione di un messaggio pubblicitario) o astratte (il mutamento di opinione riguardo a un argomento) degli interlocutori
  • Facilità di comunicare "al mondo" e di coinvolgere interlocutori interessati.