Atom Feed RSS Feed

Il mio profilo

My Photo
Name: La stoffa giusta
Location:

COOKIE POLICY

COOKIE POLICY

COOKIE POLICY

I cookie sono file che possono venire salvati sul computer dell’ utente (o altri dispositivi abilitati alla navigazione su internet, per esempio smartphone o tablet) quando esso visita i Siti Web. - Di solito un cookie contiene il nome del sito internet dal quale il cookie stesso proviene e la “durata vitale” del cookie (ovvero per quanto tempo rimarrà sul dispositivo dell’utente). - Si specifica che il presente blog è ospitato dalla piattaforma ARUBABLOG, pertanto la maggior parte delle informazioni personali e relativi cookie sono visibili e gestiti da Aruba. Nessun file cookie degli utenti, visitatori o utilizzatori del sito è presente, conservato o visibile all’ amministratore del presente blog. ------- Cookie di terzi parti - Questo sito potrebbe contenere link o riferimenti per l’ accesso ad altri siti Web e/o condivisione con altre applicazioni e social network. Non è possibile controllare i cookie/le tecnologie di monitoraggio di terzi ai quali la presente Cookie Policy non si applica. È possibile disattivare i cookie di terze parti dalle preferenze del browser.

Archivio

RICERCA

Ultimi Commenti

Calendario

Conta visite

Contatti

Generale - info@lastoffagiusta.it │ Rossana - rossana@lastoffagiusta.it │ Webmaster - vasto2000@alice.it

Altri siti interessanti

Quilt Italia
Alexandra Editrice
Il Giardino di Angiolina
My3Place
Le borse di Gaya
Io cucio italiano

Patchwork Idea - Treviso 2010

postato da Rossana [18/12/2010 13:24]

 

Nella splendida cornice offerta dal palazzo Ca’ de Noal a Treviso, alla fine di ottobre si è svolta l’annuale esposizione del gruppo Patchwork Idea.
  
Anche stavolta hanno fatto bella mostra di sé splendide composizioni tessili, opere realizzate con cura, e frutto di notevole fantasia.
 
Particolarmente azzeccata mi è parso l’abbinamento con le cornici, le quali, sapientemente collocate, mettevano in risalto alcuni aspetti dei lavori esposti. Non a caso la mostra era intitolata “Quilt... in cornice”.
  

 

A quanto ho potuto constatare, è stato profuso un considerevole impegno nelle composizioni geometriche, opere che evidenziano competenza,  precisione e, soprattutto, infinita pazienza.
 
 
 
  
Ma non sono mancate le escursioni in terra d’oriente, come testimonia questo splendido lavoro di sapore giapponese.
 
 

 

 

Bellissimo ed originale anche questo “Luci nella notte”, più un idea pittorica che un quilt.
 
Anche se la fotografia non rende giustizia, l’idea di questo centro di fiori eseguiti all'uncinetto, dava l’impressione che fossero sorti spontaneamente dalla stoffa, come se avessero tratto nutrimento dall’humus di colori presenti in essa.
   

 

Non so come si chiami, ma mi sono ripromessa di provare anch’io a comporre qualcosa con questo strano blocco che permette di ottenere tali ammirevoli risultati.
 
Particolarmente lodevole e degna di nota è stata l’idea di esporre anche i lavori di giovanissime quilter che vanno ancora alla scuola elementare. 
La loro precoce abilità, oltre a testimoniare la volontà di trasmettere alle nuove generazioni la passione per questa forma d’arte, deve esserci di sprone quando ci demorializziamo per qualche piccola ed inattesa difficoltà. 
Non solo patchwork in cornice ma anche questo mirabile lavoro (lavoro? Opera d'arte!) che sicuramente non poteva passare inosservato.  

  

Che altro dire? Ho passato un paio d’ore in un mondo di colori armonicamente assemblati, ammirata e pure un po’ invidiosa della loro bravura.
 
Di sicuro sono tornata a casa con la testa piena di idee per il futuro, tante idee che non mi basterebbero dieci vite per metterle in pratica ma, si sa, del guazzabuglio di colori e pezze sagomate che dominano permanentemente il cervello di una quilter, prima o poi qualcosa torna sempre utile.
Ancora complimenti!