Atom Feed RSS Feed

Il mio profilo

My Photo
Name: Angelica Lubrano
Location:
Italia

Quando ci presentiamo

Quando ci presentiamo normalmente calibriamo il curriculum sul destinatario e sullo scopo che si vuole ottenere: un lavoro, il voto di un elettore… Ma cosa può interessare di me a un distratto e frettoloso navigatore a cui capiti di cliccare su questo sito? Da sempre ho sostenuto che se si vuole conoscere una persona occorre prescindere dai dati anagrafici o sociali o razziali e valutare le cose che dice o meglio che fa. Ho raccolto i miei pensieri e le cose che ho fatto e che intendo fare su questo sito perché nessuno resiste alla tentazione di lasciare traccia di sé.

Archivio

Conta visite

Calendario

GIUDIZIO MORALE E PENALE: L'art. 54 della Costituzione...

postato da blog.lubranoangelica.it [19/07/2014 16:05]

Senza scomodare patti (del Nazareno) e sentenze, la faccenda va affrontata in altro modo, se vogliamo essere credibili e diversi da chi urla alla Magistratura politicizzata. Non vi erano elementi sufficienti per una condanna definitiva, diciamo una insufficienza di prove? Bene ha fatto la Magistratura ad assolvere Berlusconi. Diverso è il giudizio politico. Ciò che in questo Paese NON RIESCE a insediarsi è la differenza fra una condanna giudiziaria e un giudizio di inopportunità politica. Per decenni la Magistratura non fu in grado di emettere una condanna definitiva sui delitti di mafia, o su quelli di corruzione, ma tutti erano a conoscenza di comportamenti, di frequentazioni inopportune, di personaggi in odore di criminalità.... Ecco in Italia non riusciamo ancora a distinguere fra i giudizi della Magistratura e quelli politici: quelli che hanno funzioni pubbliche "hanno il dovere di adempierle con disciplina ed onore" altro che bunga bunga ...., Mangano un eroe, evadere le tasse è legittima difesa, ecc ecc...
I giudici sono obbligati a giudicare secondo le leggi, che i politici deliberano, e le loro sentenze devono essere sostenute da prove. Tu puoi essere un puttaniere,puoi far finta di telefonare per "informarti" sul destino di una ragazza in fermo di polizia, dicendo che la ragazza è la nipote di Mubarak, puoi chiedere alla polizia di avere un occhio di riguardo, per non scatenare un incidente diplomatico, e passare per un imbecille ..... Ma se nessuno può provare che SAPEVI  che la ragazza era minorenne, che SAPEVI che NON era la nipote di Mubarak, se nessuno viene a testimoniare (per paura? per connivenza?) di essere stati sostretti o peggio ricattati, i giudici non possono che mandarlo assolto perchè il fatto non sussiste in assenza di parte lesa, perchè  nessuno HA IL CORAGGIO  di dichiararsi parte lesa: l'unica parte lesa resta la maggioranza degli Italiani, escluso quel 16/ 30 % di elettori collusi o conniventi...
Chiedo a chi ne sa più di me.... C'è un articolo della Costituzione che dice chiaramente che tutti quelli "cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina ed onore".
Ora fatemi capire, la COSTITUZIONE è o non è il principio, la fonte di ogni legge? Questo art. 54 invece cos'è? Un buffetto ? Una strizzatina d'occhio? Perchè non esiste una legge che renda obbligatorio e prescrittivo tale comportamento? E non venitemi a dire che non esiste negli altri Paesi civili.... Negli altri Paesi nessuno avrebbe mai candidato, né tanto meno votato un Berlusconi, un Dell'Utri, un Previti, ecc ecc. (e neanche una pornostar come Ilona Staller -  per par condicio ….   ehehehehehe….

 Io comunque non banalizzerei la faccenda .... Se riflettessimo sul fatto che il semplice disdoro gettato sul nostro Paese è stato pagato da tutti noi non solo  per l'insulsaggine di governi più interessati a votare leggi ad personam e ad aziendam che a risolvere i problemi degli Italiani, ma per lo spread di credibilità e di discredito gettato sulle nostre Istituzioni il costo è stato pagato da tutti gli onesti contribuenti per un ammontare di circa 84 miliardi in più di interessi sul debito.....