Atom Feed RSS Feed

Il mio profilo

My Photo
Name: Massimo Pacini (BlogMaster)
Location: Savona
Italia

7 marzo 2011

Il desiderio di parlare di ogni forma esistente di espressione artistica fa nascere questo nuovo blog. L'idea è quella di proporre una serie di "consigli" che spero potranno essere utili ai lettori per trascorrere qualche momento di serenità in compagnia di un brano musicale, di un buon film o facendosi trascinare da una amabile lettura. In pratica un modo come un altro per segnalare qualcosa di assolutamente imperdibile. Nessuna velleità particolare. Solo la speranza di condividere qualche attimo piacevole impiegando al meglio il nostro tempo. Visitate il mio sito ufficiale all'indirizzo: http://www.massimopacini.it

Orologio

Conta visite

Etichette

Banderas A.
Travolta J.
Zucchero
Di Caprio L.
Washington D.
Enrile A.
Giannini G.
Amendola F.
Liber'Arti
Glee
Take That
Renga F.
Impressioni di settembre
Crowe R.
Torry C.
De Andre' F.
Reeves K.
Pintabona P.
Springsteen B.
Powter D.
Fantascienza

Archivio

RICERCA

In libreria

In libreria potete trovare le seguenti opere di Massimo Pacini edite da Editoriale Darsena: "Verso la luce" - raccolta di poesie - 2009 "Scintille per l'eternità" - raccolta di romanzi brevi - 2010 "Cosa resterà di me?" - libro + CD musicale - 2011

Link amici

Blog di Athos Enrile
Blog Liber'Arti
Elenco blog
AIAS Savona Onlus
Savona Insieme Onlus
Lions Club Savona Torretta
Paperblog
Angolo testi
MusicArTeam

Ultimi Commenti

Calendario

Copyright

Massimo Pacini 2011 - Riproduzione degli articoli riservata

L'Avventura di Mino Damato

postato da BlogMaster [14/05/2011 21:58]

 

Caro Mino, questa sera, ascoltando una vecchia canzone, mi sei venuto in mente. Tutta colpa di Joe Cocker e della sua famosissima cover di un brano dei Beatles "She Came In Through The Bathroom Window". La ricorderai certamente visto che è stata la sigla di "Avventura", il Tuo primo programma di successo. L'infinito potere della musica si è ancora una volta manifestato ai miei occhi e soprattutto alle mie orecchie ed è stato per un attimo come ritornare negli anni 70 e respirare un pizzico di quella gioventù che tanto mi manca. La sensazione di trovarmi ancora in quel piccolo ma accogliente salotto della mia casa di allora ove era stato creato uno spazio speciale per quell'elettrodomestico così nuovo e tecnologicamente avanzato. La televisione a quel tempo non era una grande cosa, se guardata con gli occhi di oggi. Solo noi, ragazzi del 1960, possiamo capire la particolare atmosfera che si creava quando andava in onda il nostro programma del cuore, rigorosamente in bianco e nero. Eravamo disposti a tutto pur di non perderne neanche un secondo. E "Avventura" era il mio preferito. Forse è proprio grazie a Te che è nata quell'incredibile voglia di sognare, di viaggiare, di scoprire che ancora oggi mi accompagna. Che bello! Il tempo è passato in un istante, ma le sensazioni sono rimaste e con esse i ricordi. Ripenso alla mia tristezza al giungere insesorabile della sigla di chiusura sulle straordinarie note di "A salty dog" dei Procol Harum. Molti anni dopo ho apprezzato tantissimo un'altra tua creatura, la famosa e pluripremiata "Alla ricerca dell'arca", sempre caratterizzata da scelte musicali molto particolari. Ricordo un Tuo servizio sulle meraviglie del deserto e il racconto dettagliato della Tua visita a Petra in Giordania, reso ancora più pregiato dalle note di "The promise you made" di Cock Robin. Grazie Mino per le emozioni che hai saputo trasmettere in tanti anni di giornalismo e per lo stile così personale dei tuoi servizi e dei tuoi programmi. Non Ti crucciare se molti Ti ricordano solo per quella camminata sui carboni ardenti durante una "Domenica In" che hai tentato in tutti i modi (riuscendoci) di rendere più bella. Sii fiero di tutto quello che hai fatto negli ultimi anni della Tua vita in favore dei bambini colpiti da AIDS e degli attimi felici che hai saputo regalare alla Tua figlia adottiva. Grazie di cuore Mino specie per quest'ultimo tuo grande successo legato alla solidarietà che hai saputo portare avanti con profonda e sincera dedizione lontano dai riflettori.

Un tuo (ex) piccolo telespettatore.