Atom Feed RSS Feed

Il mio profilo

My Photo
Name: Massimo Pacini (BlogMaster)
Location: Savona
Italia

7 marzo 2011

Il desiderio di parlare di ogni forma esistente di espressione artistica fa nascere questo nuovo blog. L'idea è quella di proporre una serie di "consigli" che spero potranno essere utili ai lettori per trascorrere qualche momento di serenità in compagnia di un brano musicale, di un buon film o facendosi trascinare da una amabile lettura. In pratica un modo come un altro per segnalare qualcosa di assolutamente imperdibile. Nessuna velleità particolare. Solo la speranza di condividere qualche attimo piacevole impiegando al meglio il nostro tempo. Visitate il mio sito ufficiale all'indirizzo: http://www.massimopacini.it

Orologio

Conta visite

Etichette

Banderas A.
Travolta J.
Zucchero
Di Caprio L.
Washington D.
Enrile A.
Giannini G.
Amendola F.
Liber'Arti
Glee
Take That
Renga F.
Impressioni di settembre
Crowe R.
Torry C.
De Andre' F.
Reeves K.
Pintabona P.
Springsteen B.
Powter D.
Fantascienza

Archivio

RICERCA

In libreria

In libreria potete trovare le seguenti opere di Massimo Pacini edite da Editoriale Darsena: "Verso la luce" - raccolta di poesie - 2009 "Scintille per l'eternità" - raccolta di romanzi brevi - 2010 "Cosa resterà di me?" - libro + CD musicale - 2011

Link amici

Blog di Athos Enrile
Blog Liber'Arti
Elenco blog
AIAS Savona Onlus
Savona Insieme Onlus
Lions Club Savona Torretta
Paperblog
Angolo testi
MusicArTeam

Ultimi Commenti

Calendario

Copyright

Massimo Pacini 2011 - Riproduzione degli articoli riservata

La frase della settimana n. 11 - Soluzione

postato da BlogMaster [27/03/2011 10:42]

La frase proposta nella settimana n. 11, se ben ricordate, era: Lo sai perchè il bambù cresce qui? Sta aspettando che il vento lo sfiori. E' pieno di emozioni. Se ascolti la sua voce riuscirai a provarle anche tu.

Pochi, anzi pochissimi i tentativi si soluzione postati nei commenti (1 solo) anche se altri sono stati ricevuti, forse per timidezza, via email.

Non si tratta de "L'ultimo samurai" come ricevuto da tutti gli amici che hanno dato un segnale di vita, ma di un film dai più non apprezzato e comunque generalmente sottovalutato: L'angolo Rosso di Jon Avnet.

 

In questa pellicola del 1997 si possono cercare tante cose: il rapporto politico tra USA e Cina, il divieto tuttora vigente di proiezione della pellicola nella stessa Cina, l'azione (dove si è mai visto un film 'made in USA' senza almeno una carambola di auto o moto durante un inseguimento, una sparatoria o un omicidio?)

Se si cercano queste cose, come detto si trovano. Ma questo è il miglior modo per perdere il film.

Cerchiamo invece di vedere la persona in difficoltà (Jack Moore - Richard Gere) che trova qualcuno (Shen Yuelin - Bai Ling) che, contro ogni interesse personale, decide di aiutarla. Evidenziamo una volta tanto il rapporto tra un uomo e una donna non necessariamente basato sull'amore. Valorizziamo il fascino di un paese, di una lingua e di una cultura così diversa dalla nostra (sebbene le ambientazioni del film siano tutte state realizzate a Los Angeles). Apprezziamo qualche perla di saggezza (tipicamente orientale) inserita nel film come quella oggetto dell'indovinello (ultimi minuti della pellicola). Molti mi hanno detto o scritto: "l'ho cercata su google e non l'ho trovata". Io ho puntualmente risposto: "per questo l'ho proposta!".

Ma torniamo al film. So benissimo che qualche amico (di quelli cinema-dipendenti come me) storcerà il naso. Lo so. Non ci posso fare niente. L'ho già dichiarato per la musica e così è anche per il cinema. A volte mi piacciono cose che farebbero vergognare qualsiasi esperto o critico. Ma dove lo mettiamo il fascino di trovare qualcosa di particolare in un brano musicale o in un film del quale tutti vogliono vedere solo la parte più esteriore o commerciale? 

Sapete cosa fa la differenza? La mia ferma convinzione nel ritenere che se anche un artista compone qualcosa con il solo scopo di vendere, alla fine finisce (giocoforza e magari in modo del tutto involontario) per confezionare un prodotto finito che racchiude una parte di se stesso. Vi sembra poco? 

In ultimissimo un commento sugli interpreti: Richard Gere, è nel suo ruolo tipico, quello che negli anni l'ha reso famoso al grande pubblico. Brava, molto brava, Bai Ling (americana a tutti gli effetti). E' un vero peccato che la sua smania di svestirsi abbia condizionato così pesantemente la sua carriera (pensate che è stata "tagliata" da un colossal come "Star Wars", film per famiglie, dopo la pubblicazione di alcune sue foto diciamo così 'poco opportune'). Peccato, un vero peccato.   

Come sempre il mio migliore augurio di buona visione.

Scheda del film: L'angolo Rosso - Colpevole fino a prova contraria Titolo originale:Red Corner

U.S.A. 1997 Genere: drammatico - Regia: Jon Avnet - Sceneggiatura: Robert King Principali personaggi e interpreti: Richard Gere: Jack Moore - Bai Ling: Shen Yuelin - Bradley Whitford: Bob Ghery - Byron Mann: Lin Dan - Tsai Chin: Chairman Xu