Atom Feed RSS Feed

Il mio profilo

My Photo
Name: Massimo Pacini (BlogMaster)
Location: Savona
Italia

7 marzo 2011

Il desiderio di parlare di ogni forma esistente di espressione artistica fa nascere questo nuovo blog. L'idea è quella di proporre una serie di "consigli" che spero potranno essere utili ai lettori per trascorrere qualche momento di serenità in compagnia di un brano musicale, di un buon film o facendosi trascinare da una amabile lettura. In pratica un modo come un altro per segnalare qualcosa di assolutamente imperdibile. Nessuna velleità particolare. Solo la speranza di condividere qualche attimo piacevole impiegando al meglio il nostro tempo. Visitate il mio sito ufficiale all'indirizzo: http://www.massimopacini.it

Orologio

Conta visite

Etichette

Banderas A.
Travolta J.
Zucchero
Di Caprio L.
Washington D.
Enrile A.
Giannini G.
Amendola F.
Liber'Arti
Glee
Take That
Renga F.
Impressioni di settembre
Crowe R.
Torry C.
De Andre' F.
Reeves K.
Pintabona P.
Springsteen B.
Powter D.
Fantascienza

Archivio

RICERCA

In libreria

In libreria potete trovare le seguenti opere di Massimo Pacini edite da Editoriale Darsena: "Verso la luce" - raccolta di poesie - 2009 "Scintille per l'eternità" - raccolta di romanzi brevi - 2010 "Cosa resterà di me?" - libro + CD musicale - 2011

Link amici

Blog di Athos Enrile
Blog Liber'Arti
Elenco blog
AIAS Savona Onlus
Savona Insieme Onlus
Lions Club Savona Torretta
Paperblog
Angolo testi
MusicArTeam

Ultimi Commenti

Calendario

Copyright

Massimo Pacini 2011 - Riproduzione degli articoli riservata

Ridoppiaggio: no grazie!

postato da BlogMaster [16/04/2011 14:04]

E' diventata sempre più diffusa, da parte dei principali distributori di DVD, l'abitudine di riproporre film considerati classici con un nuovo doppiaggio. La scusa più gettonata è quella di rendere più moderna la componente audio delle pellicole originali, eliminando gli inevitabili segni del tempo rappresentati da fruscii e distorsioni. Sono in molti, tuttavia, a rilevare la forte convenienza economica del ridoppiaggio rispetto all'acquisto dei diritti originali. 

Facciamo però qualche considerazione di carattere artistico e pratico nello stesso tempo: in primo luogo il numero di film 'scaricati' attraverso internet è in continua espansione mentre sono in netto calo gli acquisti di DVD originali per lo più effettuati da veri e propri appassionati della settima arte. E' facile dedurre, quindi, che chi si orienta verso l'acquisto, lo fa per avere un prodotto di qualità da conservare gelosamente nel proprio archivio.

Ora ci dobbiamo intendere bene su cosa si intenda per qualità. E' mio parere che le moderne tecnologie debbano essere utilizzate esclusivamente per mantenere inalterate nel tempo le condizioni della pellicola, sia sotto il profilo dell'immagine sia della traccia audio. Capisco perfettamente che l'acquirente medio venga decisamente più attirato da un audio Dolby Digital 5.1 piuttosto che da un obsoleto 2.0, ma tutto deve avere un limite! Un film è un'opera d'arte e come tale deve essere considerata intoccabile nella configurazione in cui si trova quando si 'stacca dalle mani' del suo creatore. Arrivare poi alla perversione di modificare la voce degli attori ormai consolidata nel tempo mi pare una vera e propria opera di profanazione oltre che di scarsissimo rispetto nei confronti dei nostri superlativi doppiatori di ieri e di oggi.

Si è vero: ogni tanto sono gli stessi registi ad autorizzare questo tipo di operazione, sicuramente attirati dal ricavare ulteriori soddisfazioni economiche da loro opere ormai datate. Ma questo è un altro discorso. Per mio conto nessuno è autorizzato a ' manomettere' un mito, neanche il suo creatore.

Attenzione quindi ai propri acquisti perchè, lo dico da appassionato, si può andare incontro a cocenti delusioni.

Tanti sono i titoli interessati da questa operazione: da "Lo squalo" a "Lilli e il vagabondo", da "I predatori dell'arca perduta" a "Grease" e soprattutto "il Padrino I, II, II".

Proprio recentemente con mio figlio Matteo non abbiamo resistito al "raptus del collezionista" e abbiamo acquistato il cofanetto de "il Padrino" con 4 DVD contenenti la famosissima trilogia in "edizione da collezione restaurata da Coppola" come recita la scritta impressa sotto al titolo. Sul retro del cofanetto, tra altre cose, si legge una molto promettente spiegazione di come la versione contenga un nuovo audio 5.1. Figuriamoci la nostra sorpresa quando, comodamente 'appostati' in poltrona, abbiamo scoperto un Marlon Brando diverso e un Al Pacino con una nuova voce seppure abbastanza simile a quella dello straordinario e purtroppo scomparso Ferruccio Amendola.

Si veda in proposito un precedente post dal titolo "Voci ..... nascoste".

Per fortuna in tutti i DVD sono presenti anche le tracce audio originali in 2.0 sulle quali ci siamo prontamente dirottati. Che razza di Padrino potrebbe mai essere senza le voci di: Giuseppe Rinaldi, Pino Colizzi, Riccardo Cucciolla, Cesare Barbetti, Rita Savagnone e Michele Gammino oltre al già citato Amendola.

Non c'è tecnica che possa competere con la storia.