Atom Feed RSS Feed

Il mio profilo

My Photo
Name: ATELIEROME patriciadmart@gmail.com
Location:

ABOUT ME

BIOGRAPHY
WORKS
ATELIEROME
GALLERY

LINKS

ARTPRICE
ARTNET
ARTSY
L'ALBERO DELLA VITA
SAATCHI ART
PARALLAX LONDON

ART FOR PLANET

READ MORE

Calendario

Archivio

Conta visite

Les Vendeurs d'amour Paolo Levi

postato da Patricia Del Monaco [20/05/2012 17:08]
foto

  "L'impero dei Sensi" 2012 olio e acrilico su tela, 100x70

Venditrici d'amore. È questo il titolo del ciclo, a cui appartengono le opere riprodotte in queste pagine. Patricia Del Monaco affronta, con grande garbo e con indubbia abilità tecnica, un tema tanto attuale, quanto delicato. Le sue venditrici d'amore non sono tuttavia le prostitute moderne, ma sono piuttosto riconducibili all'idea antica di prostituzione come culto di fecondità o gesto di generosità nei confronti dell'ospite, e soprattutto come reiterazione del dono con cui gli dei avevano creato il mondo e dato la vita.
La produzione pittorica della Del Monaco affonda le sue radici nell'antichità. È un'artista coraggiosa, che attinge a iconografie appartenenti a culture lontane, per poi trasfigurarle e interpretarle in base alla sua sensibilità.
Le sue donne sono immerse in un'atmosfera in bilico tra la fiaba e realtà. Sono figure solide e quasi ieratiche, che non ammiccano allo spettatore e non assumono atteggiamenti sensuali.
Il senso di immobilità - conferito principalmente dallo sguardo leggermente obliquo e fisso, che non incrocia quello di chi le guarda - è interrotto soltanto dal movimento sinuoso delle braccia, che riporta alla mente le pitture induistiche. L'artista impreziosisce le sue donne con gioielli floreali e a forma di cuore e con sontuosi copricapo, che diventano il punto focale della composizione.
Patricia Del Monaco gioca sapientemente su una cromia vivace, e la arricchisce con l'uso dell'oro e dell'argento. A questo sfavillio di colori fa da contrappunto il corpo delle figure, realizzato con una stesura essenziale e asciutta, e caratterizzato da un pigmento chiaro, quasi impalpabile. La sua è una pennellata talvolta mossa, che crea grovigli, fiori e spirali di colore, e talvolta piccole tacche di colore che, viste da lontano, conferiscono alla composizione l'aspetto di un mosaico.
 

 

Paolo Levi