Atom Feed RSS Feed

Il mio profilo

My Photo
Name: Paolo Benini
Location: SIENA
ITALIA

Archivio

Orologio

Calendario

Conta visite

PSICOLOGIA POSITIVA

postato da Pensadestro.it [12/10/2015 15:55]
foto

Martin Seligman ha sviluppato la psicologia positiva.

Essa è imperniata su come migliorare il benessere personale.

Seligman è partito dallo studio degli stili di attribuzione personali ove lo stile personale è definito  come il modo in cui abitualmente spieghiamo  a noi  stessi perché accadono di eventi che ci  riguardano 

Per Seligman lo stile di attribuzione personale è definito e può essere misurato da tre parametri:

Personalizzazione: quando accade qualcosa che ci riguarda, possiamo ritenere responsabili

A. noi stessi oppure

B. le altre persone o il caso.

Ad esempio dopo una perdita a poker la frase -"‘Ho perso perché non ho talento a poker"-attribuisce la responsabilità a se stessi; mentre la frase- ‘"Ho perso a poker perché non mi sono arrivate le carte giuste"- fa ricadere la responsabilità all'esterno. E ugualmente, in caso di una vincita, posso dire -"‘Ho vinto perché a poker sono bravo" -oppure - "‘Ho vinto perché mi sono arrivate le carte giuste".


Permanenza: quando accade qualcosa che ci riguarda lo possiamo attribuire a cause che riteniamo permanenti nel tempo oppure a cause temporanee.

Ad esempio di fronte a un insuccesso la frase -"‘Non ho talento" -indica che quanto è accaduto viene attribuito a causa permanente (ammettiamo che la persona ritenga che il talento non si possa imparare né migliorare intenzionalmente), mentre -"‘Non mi sono arrivate le carte giuste" - indica una causa considerata temporanea. Lo stesso, in caso di un successo, le frasi -‘"Sono fortunato"- (causa permanente) e -"‘Stavolta ho giocato bene"-(causa temporanea).


Pervasività: quando accade qualcosa che ci riguarda lo possiamo attribuire a cause o aspetti che riguardano tutta la persona e tutti i suoi ambiti di vita oppure a cause specifiche e delimitate.

Ad esempio la frase -"‘Ho perso a poker perché non sono buono a nulla"- indica una valutazione negativa di tutta la persona, mentre la frase -"‘Non ho talento a poker"- indica una valutazione limitata a uno dei tanti aspetti personali (la bravura a giocare a poker).