Atom Feed RSS Feed

Il mio profilo

My Photo
Name: www.societadidanza.it info@societadidanza.it
Location:

Conta visite

Scuola di danza

postato da fabio [01/03/2013 19:23]
foto

La Società di Danza è anche una Scuola. Vi è un Direttore, vi sono degli insegnanti e degli allievi. C'è un programma, delle lezioni, e gli allievi sono divisi in classi di diverso livello. Il programma che si studia è unico in tutta Italia. Per dare la possibilità a tutti di partecipare ad ogni evento in qualsiasi città sia organizzato. Anche per un motivo simbolico: far capire che siamo una grande famiglia e un'istituzione nazionale di danza.

Essere una Scuola è impegnativo. Sia per chi dirige ed insegna, sia per chi frequenta per imparare. Il Direttore deve programmare con cura, esperienza e attenzione verso tutte le esigenze, sia degli insegnanti che degi allievi; deve saper coordinare gli insegnanti; deve sapere che obbiettivo raggiungere entro l'anno. L'insegnante mette tutto il suo impegno, la sua passione e la sua competenza per preparare la lezione. Il suo compito non è soltanto quello di passare delle informazioni sulle danze in programma per quella lezione. E' molto di più. L'insegnante deve letteralmente trascinare i suoi allievi dentro il grande progetto della Società di Danza. Deve far appassionare alla danza come all'idea che la anima e la guida. L'insegnante deve essere un ottimo danzatore, ma non per esibirsi davanti ai suoi allievi, per evidenziarne la differenza, ma per essere sempre un modello preciso. Con la sua danza deve far vedere quale deve essere il punto di arrivo. Con la didattica deve permettere ad ognuno di potersi impegnarsi a raggiungere quel livello. L'insegnante costruisce la sua lezione imprimendogli un ritmo. Passando dalla spiegazione, alla pratica, alla correzione, alla ripetizione, alla pausa. Dalla precisione del ritmo dipende molto la riuscita della lezione. L'insegnante della Società di Danza, in realtà, deve essere prima di tutto un leader, che conduce i suoi allievi verso la realizzazione di quel progetto culturale che è la danza di società; verso quel progetto socio-culturale che è la Società di Danza.

L'allievo deve aiutare l'insegnante assecondando il ritmo della lezione. Cercando di non interrompere senza motivo o di non disturbare chiacchierando. Peggio: di non volersi sostituire all'insegnante spiegando al vicino o al partner cosa e come fare. L'allievo più esperto, che vuole aiutare, deve farlo in maniera silenziosa, senza disturbare l'insegnante e gli altri allievi; deve essere una guida sicura, ma silenziosa; danzare con precisione aiutando con pochi cenni precisi. Gli allievi mai e poi mai devono spingersi per aiutarsi. Quante volte abbiamo visto dei principianti trasformati in palline da flipper da danzatori pseudo esperti! La correttezza del portamento, inoltre, è fondamentale nelle nostre lezioni. Quanto è brutto dover danzare il valzer o le nostre danze romantiche con qualcuno che ti mastica la gomma sfacciatamente in faccia. La correttezza dell'abbigliamento non è da meno: scarpe non idonee, canottiere, abiti da lavoro....Dobbiamo ricordarci che le nostre danze hanno uno stile che va studiato e curato proprio come le danze o l'etichetta del Ballo.

Sì, essere una Scuola è impegnativo, ma è proprio la lezione l'unico vero luogo dove vive e cresce la Società di Danza. A lezione avviene l'incontro, lo studio, la crescita, l'armonizzazione delle differenze. A lezione si impara, si aiuta gli altri ad imparare e, cosa fondamentale per il nostro Sistema, si impara ad imparare.