Atom Feed RSS Feed

Il mio profilo

My Photo
Name: gaetanostella.it
Location:

Ultimi Commenti

Orologio

Calendario

Archivio

RICERCA

Area riservata

Pannello di controllo

Conta visite

ALLA GIANNETTI LA PROVA GENERALE DELLA "RACCOMANDAZIONE" VERSIONE PADRONALE

postato da blog.gaetanostella.it [06/07/2021 17:53]

ALLA GIANNETTI LA PROVA GENERALE DELLA “RACCOMANDAZIONE” VERSIONE PADRONALE

Chiedere la “proroga”era una follia. Significava ammettere a priori la liceità dei licenziamenti dopo (?) la pandemia. Fare UN CONFLITTO-FINTO con le tre manifestazioni per ottenerla era un’altra prova di subordinazione e debolezza. Accettare “UNA RACCOMANDAZIONE” e le 13 settimane come “conclusione” è stato l’apice….di UN FALLIMENTO STORICO che viene da lontano. LORSIGNORI sono partiti all’attacco e IL MASSACRO SOCIALE è in atto. Tutto lascia intendere che sarà articolato e selettivo. L’obiettivo è ristrutturare selezionare frammentare dividere ricattare …comandare… in tutti i luoghi di lavoro. Il fatto che il primo LICENZIAMENTO DI MASSA sia alla GIANNETTI dell’ASSOLOMBARDA spiega bene qual’ è l’interpretazione “autentica” di BONOMI e della sua banda… della “raccomandazione”. Tutto è affidato alla “discrezionalità” dei padroni.  IL LODO DRAGHI è questo. Perché non ci sono “strumenti giuridici” da far valere. Anche perché TUTTE LE BANDE che stanno nel governo DEI MIGLIORI, governo imposto padronale liberista tecnocratico confindustriale e di destra reazionaria , ha unanimemente gioito. Compresi i finti sinistri LETTA STAISERENO  Speranza il disperato e il comico di Genova L’ESALTATO… CONTE il “nuovo” capo e i restanti …solo DI BATTISTA ha detto che era (è!) CONTRO IL DRAGHISMO con un libro e l’ha spiegato. L’OPPOSIZIONE a livello istituzionale non esiste. Per la prima volta nella storia del paese. La fascista romana pure era con il LODO DRAGHI. Così ora gli operai i lavoratori e tutti gli sfruttati sono più deboli isolati frammentati. Il problema è che i confederali, dopo anni di co-gestione inciuci subordinazione accettazione del comando dei padroni e della società del profitto  con conseguente ISTITUZIONALIZZAZIONE non sono in grado di fare del CONFLITTO l’inizio di una nuova fase storica. Anche perché, come ha ben mostrato REPORT, LA CISL ha subito una evidente trasformazione MAFIOSIZZAZIONE con D’ANTONI BONANNI (arricchiti pensionati…) e con i loro successori … Solo il sindacalismo di base pratica da anni IL CONFLITTO e difende come può e dove può i lavoratori. Si tratterebbe di rifondare il senso e l’agire sindacale facendo dei lavoratori il cardine e la rifondazione dal basso. Servirebbe però mettere al centro LA SOCIETA’ DELLA CURA dei BISOGNI REALI decisi collettivamente…e di uscire dalla società della CRESCITA INFINITA e continua in un mondo finito (verbo di tutti i liberisti…) del  profitto del mercato e dei fossili ..e della devastazione e distruzione ambientale. Insomma un nuovo paradigma culturale. Ed è per andare in questa direzione che io INVITO TUTTI I LAVORATORI alla RIVOLTA SOCIALE e ALL’INSUBORDINAZIONE. IL MASSACRO SOCIALE NON DEVE PASSARE!  LA COSTITUZIONE è fondata sul lavoro e non sulla proprietà. E l’art. 42 parla di esproprio se la proprietà non svolge una funzione “DI INTERESSE GENERALE”. Alla GIANNETTI la partita è fondamentale. L’unica strada è oltre a fare del LAVORARE MENO E TUTTI la strada per uscire dalla crisi e guardare avanti  fare anche della CONVERSIONE ECOLOGICA il nuovo orizzonte culturale. PASSARE DAI CERCHIONI ALLE BICICLETTE SI PUO’. E’ facile ed è possibile. Occupare la fabbrica andare in autogestione e riorientare la produzione. Passare dalla società delle auto alla società delle BICICLETTE è una necessità. Per ritrovare IL RESPIRO mettendo in discussione LA SOCIETA’ DELLE AUTO. Partire dal basso unire operai lavoratori del P. I. i braccianti delle campagne i RIDER tutti i precari…le badanti… UN ALTRO MONDO E’ POSSIBILE!

                                                           Gaetano  Stella – Lago di Chiusi-06-07

Passaparola! –http://blog.gaetanostella.it